Cronaca Pianura

Guerra tra clan, un arresto per il tentato omicidio di Giovanni Bellofiore

In manette Vincenzo Mele, accusato di aver partecipato all'agguato avvenuto tre anni fa a Pianura

Il personale della Squadra Mobile della Questura di Napoli, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta di questa Direzione distrettuale antimafia, ha proceduto all’arresto di Vincenzo Mele, accusato di aver partecipato all'agguato teso ad uccidere Giovanni Bellofiore nel mese di giugno del 2016.

Tentato omicidio

Il provvedimento è stato emesso dopo una mirata attività di indagine, che ha permesso di individuare, anche attraverso le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, coinvolti nel tentato omicidio, il ruolo ricoperto dal destinatario dell’ordinanza cautelare. E' stato possibile accertare il ruolo di Vincenzo Mele, reggente del clan Mele, operante a Pianura, come colui che avrebbe decretato l'omicidio di Bellofiore, in quanto ritenuto appartenente all’avversa organizzazione camorristica fondata da Giuseppe Marfella, nella lotta tra i due clan per l'egemonia sul territorio.

Raid

Contro l'uomo nel raid venne esplosa una raffica di quattro colpi d'arma da fuoco dai killer. A soccorrere il ferito alcuni parenti che lo accompagnarono di corsa all'ospedale San Paolo, dove il personale medico gli salvò la vita dopo una delicata operazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra tra clan, un arresto per il tentato omicidio di Giovanni Bellofiore

NapoliToday è in caricamento