menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredito dal branco con un tirapugni: 13enne finisce in ospedale

I genitori del giovane hanno sporto denuncia

Un 13enne è stato aggredito da un gruppo di ragazzi, senza alcun motivo, ed è finito in ospedale. Il fatto è avvenuto a Pomigliano D'Arco. Il ragazzino era al parco con un amico quando è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi. Sono prima partiti gli insulti, poi si è passati agli schiaffi e ai calci. Il 13enne ha cercato di reagire, ma uno del gruppo ha un tirapugni e l'ha ripetutamente colpito.

Al tredicenne sono stati applicati tre punti di sutura alla fronte. Ha riportato anche un labbro spaccato e ferite all’orecchio, al naso e alle arcate sopraciliari. I genitori hanno presentato denuncia ai carabinieri che hanno identificato gli autori del vile pestaggio..

"I giovani siano educati alla legalità"

Sull'episodio è intervenuto anche il sindaco, Gianluca Del Mastro: "Apprendiamo con dolore la notizia di un giovanissimo che è stato brutalmente colpito da coetanei mentre passeggiava. Il giovane ha subito le cure dei sanitari presso il pronto soccorso e ha riportato una ferita al volto. I responsabili dell’inqualificabile gesto sono già stati identificati e denunciati dalle Forze dell’ordine che ringrazio.

Dobbiamo lavorare duramente, affinché i giovani siano educati alla legalità in famiglia e nelle scuole, formati al rispetto delle regole e delle norme di convivenza civile. La nostra Amministrazione sta affrontando con decisione il tema della sicurezza per contrastare tutti i fenomeni di illegalità e di violenza che purtroppo, sempre più spesso, si verificano sul nostro territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Attualità

Apre l'hub vaccinale di Capodichino. De Luca: "Il più attrezzato d'Italia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento