Disoccupato aggredisce il sindaco di Casola

Un giovane ha avvicinato il primo cittadino Domenico Peccerillo ed ha cominciato ad insultarlo. Era disperato per la mancanza di lavoro

La rabbia di un giovane disoccupato per la perdita del lavoro gli ha fatto perdere la calma prendendosela con il primo cittadino. È successo a Casola di Napoli dove sarebbe stato aggredito il sindaco Domenico Peccerillo. Il primo cittadino era all'esterno della scuola dei propri figli in attesa che uscissero quando sarebbe stato raggiunto da un giovane disoccupato del posto. In un primo momento il giovane si è avvicinato per parlargli, poi l'escalation.

Prima insulti e poi anche il tentativo di passare alle vie di fatto bloccato tempestivamente dai presenti e dall'arrivo dei vigili urbani in servizio nei pressi della scuola. Subito dopo sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Gragnano che hanno identificato il giovane. Il sindaco Peccerillo si è comunque detto dispiaciuto per la situazione del giovane concittadino ed ha dichiarato di capire la sua rabbia ma non era questo il modo di esprimerla. Infine ha chiesto maggiore vicinanza al territorio da parte delle istituzioni sovra-comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento