Minacce al personale sanitario dell'Ospedale del Mare: denunciato un 35enne

L’uomo si era rivolto in maniera violenta al medico responsabile del Pronto Soccorso, spintonandolo e danneggiando un apparecchio sanitario

Stanotte gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno denunciato in stato di libertà un 35enne napoletano per minacce a pubblico ufficiale.

I poliziotti sono stati allertati dalla centrale operativa per una persona violenta presso l’Ospedale del Mare. Lì un uomo, già noto alle forze dell’ordine, stava inveendo e minacciando il personale sanitario, pretendendo di essere curato prima di altri pazienti

L’uomo si era rivolto in maniera violenta al medico responsabile del Pronto Soccorso, spintonandolo e danneggiando un apparecchio sanitario. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti hanno bloccato e denunciato il 35enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento