rotate-mobile
Cronaca

Aggressione a Jorit, il consigliere Lauro si pente: "Pronto a scusarmi pubblicamente"

"Mi sono lasciato tradire dalla emotività e da cieca passione", ha scritto il consigliere della V Municipalità sul proprio profilo Facebook

Si dice "pronto a scusarsi", il consigliere della V Municipalità Pietro Lauro, l'uomo che ha aggredito verbalmente in via Menzinger lo street artist Jorit. Lauro ha intimato con modi particolarmente bruschi all'artista di interrompere il murale – con i volti di Ilaria Cucchi e di Sandro Pertini – che stava portando a termine.

L'aggressione ai danni di Jorit

"Ieri mattina si è celebrato un consiglio della V Municipalità con all'Odg interventi della c.d. Street Art – ricostruisce sui social il consigliere di destra – Personalmente favorevole,anche perché prevedeva la partecipazione di ragazzi delle scuole del territorio, ma ciò che mi vedeva perplesso erano le modalità non condivise sulla scelta delle location. Nonostante fosse venuto meno il numero legale, e non avendo votato nulla nel merito delle location, fermo restando l'unanimità degli interventi di tutti i gruppi a favore del progetto, ieri nel primo pomeriggio, l'artista designato, il noto Joriet (sic, ndR), iniziava la propria opera sull' immobile ubicato in Via Menzinger,sul quale avevo espresso la mia contrarietà, dal momento che era stata recentemente tinteggiata".

"Purtroppo, e chiedo scusa a tutti i miei amici e chi mi sostiene quotidianamente – ha concluso Lauro – mi sono lasciato tradire dalla emotività e da cieca passione, trasmettendo una personalità intollerante. Sono pronto a scusarmi pubblicamente con l'artista".

Anche il suo post "di scuse" però ha suscitato numerose reazioni contrarie. Da vere e proprie accuse di fascismo ad inviti a dimettersi dalla carica pubblica che ricopre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione a Jorit, il consigliere Lauro si pente: "Pronto a scusarmi pubblicamente"

NapoliToday è in caricamento