rotate-mobile
Cronaca Casoria

Casoria, anziana muore nonostante i tentativi di rianimazione. Personale del 118 insultato

I fatti, raccontati da un medico intervenuto sul posto, risalgono a due settimane fa. Giunti a casa dell'ottantenne, la postazione di Casoria riscontrava tracciato piatto e assenza di respiro. I familiari si sono sfogati sui macchinari

Da Casoria arriva la storia della morte di un'anziana donna e del sentimento di tristezza che, nei familiari, si trasforma in rabbia e violenza sui soccorritori. A riportarla, come di consueto, è Nessuno Tocchi Ippocrate, l'associazione in difesa del personale medico e operante a bordo delle ambulanze. Il racconto, in prima persona, è firmato da un medico intervenuto, insieme al personale sanitario, a casa di una paziente 81enne di Casoria, in crisi respiratoria. 


"Giunti sul posto", racconta il medico, "ci rendevamo conto che il tracciato era piatto e c'era assenza di respiro. Ciononostante proseguivamo il tentativo di rianimazione, ma nulla c'era più da fare dopo venti minuti di prove. Inaspettatamente venivamo ricoperti di insulti: i familiari minacciavano addirittura di lanciare i nostri macchinari dalla finestra. Dopo il diverbio ho ordinato ai colleghi di andare via, non riuscivamo neanche a constatare la morte". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casoria, anziana muore nonostante i tentativi di rianimazione. Personale del 118 insultato

NapoliToday è in caricamento