rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Sant'antimo

Pestato per un debito di 20 euro: arrestato l'aggressore

Il debito sarebbe riconducibile all'acquisto di sostanze stupefacenti

I carabinieri di Sant’Antimo, in coordinamento con la Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno arrestato - in forza ad un provvedimento di misura cautelare in carcere - un 22enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è ritenuto gravemente responsabile del reato di lesione personale aggravata ai danni di un coetaneo.

I fatti risalgono alla notte del 23 agosto scorso. Il 22enne insieme a un’atra persona in corso di identificazione - dopo un litigio con un coetaneo avvenuto davanti ad un noto bar di Sant’Antimo – lo aveva aggredito con calci e pugni. Gli aveva provocato la frattura della mascella giudicata guaribile in più di 40 giorni. Il motivo dell’aggressione è riconducibile a un debito di 20 euro per l’acquisto di sostanza stupefacente.

Le indagini dei carabinieri, svolte anche grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza ed alla escussione di testimoni, hanno permesso di raccogliere plurimi elementi indiziari che sono stati avvalorati dal G.I.P. che ha emesso il provvedimento. L’arrestato è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestato per un debito di 20 euro: arrestato l'aggressore

NapoliToday è in caricamento