Aggredito ausiliario del traffico: "Entra o ti lascio nel sangue" (VIDEO)

Diverbio tra il titolare di un parcheggio del centro di Napoli e un dipendente dell'Anm che, secondo il primo, sarebbe colpevole del calo di incassi per non aver multato le vetture in sosta senza ticket. Il sindacato Orsa: "Per il lavoratore tre giorni di prognosi"

Prima minacce verbali poi, da quanto si apprende, l'aggressione fisica. E' finita con una prognosi di tre giorni per un ausiliario del traffico il diverbio con in titolare di un parcheggio privato nella zona di piazza Cavout, al centro di Napoli. Da quanto ricostruito dal sindaco Orsa, l'uomo si sarebbe avvicinato al mezzo di servizio dei dipendenti dell'Anm accusandoli di non aver multato le vetture in sosta senza ticket. "Secondo il titolare le parcheggio - si legge da una nota dell'Orsa - gli automobilisti, non parcheggiavano nel suo garage perché sostavano gratuitamente in strada, e lui avrebbe avuto perciò un calo degli incassi". 

Dal video girato si sentono con chiarezza le minacce: "Tu di dove sei? Dove vivi sulla Luna? Entra dentro, altrimenti ti lascio nel sangue" alcune delle parole pronunciate dall'uomo. Le immagini mostrano solo l'aggressione verbale, ma il sindacato assicura è seguita anche una violenza fisica, non ripresa dal cellulare: "Il lavoratore - prosegue la nota - è stato costretto a ricorrere alle cure mediche nel pronto soccorso dell’ospedale Vecchio Pellegrini, con una prognosi di 3 giorni. Nell'ultimo mese, questa è la terza (solo nel settore sosta) grave aggressione fisica che un lavoratore è costretto a subire, due delle quali finite con il ricorso alle cure ospedaliere. Chiediamo che l’ANM, unitamente alle Organizzazioni Sindacali, affronti questa e le altre tematiche cercando le migliori soluzioni, ed in ultimo che non lasci da sole queste vittime
facendosi carico di tutta la parte di denunce querele e legale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Aggredito ausiliario del traffico: "Entra o ti lascio nel sangue" (VIDEO)

NapoliToday è in caricamento