"'Comm si' fort' 'o Na'": gli amici difendono il ragazzino accusato del ferimento del 17enne

Tra motorini parcheggiate in casa e colombe della pace, in queste ore il profilo Facebook del 15enne, accusato dell'accoltellamento di Arturo avvenuto in via Foria, ospita le dediche e gli incoraggiamenti degli amici

(foto da facebook)

Ha quindici anni ma sembra molto più giovane F.C., il ragazzino ancora in cella perché fortemente sospettato dell'accoltellamento del 17enne Arturo, avvenuto in via Foria il 18 dicembre. Il profilo facebook di F. contiene foto ed evidenzia i tratti di questo giovane che si sente già uomo: sguardo fiero, motorino in casa, la messa in mostra di una socialità forte: foto con gli amici ('e frat') in posa aggressiva, i commenti di chi dice di volergli bene. "Comm si fort'", "Già saj ammor mij", qualcuno che invece provoca "Nun chiavat' nu paccher'". 

In queste ore un amico ha postato sulla bacheca virtuale di F. una foto che li ritrae insieme: "Ti aspetto fuori, datti forza, si' 'a vita mij'. Mi manchi". Gli incoraggiamenti arrivano in continuazione: intanto il quindicenne resta in carcere. Interrogato, pare abbia respinto le accuse sostenendo di essere rimasto a casa nei minuti dell'agguato. Il capo della Mobile fa sapere che l'indiziato è incensurato e sono incensurati anche i genitori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento