Cronaca San giorgio a cremano

Messaggi su WhatsApp al fidanzatino di una 11enne, a 14 anni massacrata dal branco

L'inquietante vicenda di San Giorgio a Cremano accende ancora una volta i riflettori sull'emergenza della violenza tra minori

Episodi separati, eppure accomunati dall'inquietante sensazione di un'escalation di violenza minorile. Il pestaggio di una 14enne a San Giorgio avviene a poche ore di distanza dall'accoltellamento di un 12enne a piazza Municipio. Liti tra bambini per motivi comunissimi che si trasformano il aggressioni di una ferocia inaudita, criminale.

La 14enne è stata massacrata di botte dal branco, calci e pugni, ripetutamente e senza sosta. Poi le hanno tirato i capelli fino a strapparle una ciocca, e l'hanno lasciata esanime all'esterno del bar dove l'avevano incontrata. La colpa? Aver inviato dei messaggi su WhastApp al fidanzato dell'aguzzina, addirittura una bambina di 11 anni.

È lei, nel racconto che la vittima ha fornito alle forze dell'ordine, con cui si era incontrata fuori dal bar teatro dell'aggressione. Sempre lei è stata la prima a saltarle addosso e picchiarla. Poi sono arrivate delle sue sodali, tra i 12 e i 15 anni, che hanno "finito il lavoro".

La vittima è stata portata dai genitori al Santobono, e - prima di venire dimessa - medicata per “tumefazione galea con alopecia in regione parieto-occipitale mediana-contusione colonna vertebrale con dolore palpazione c6-c7”. Le ragazzine coinvolte nell’aggressione sarebbero tutte residenti nei quartieri Barra e San Giovanni a Teduccio di Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggi su WhatsApp al fidanzatino di una 11enne, a 14 anni massacrata dal branco
NapoliToday è in caricamento