menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce con calci e pugni i poliziotti, 33enne in manette

L'uomo di Torre Annunziata è stato arrestato dagli agenti dopo una lite a via Sepolcri

Una lite furibonda con un altro uomo che non si è fermata nemmeno alla vista degli agenti di Polizia. Anzi se possibile il 33enne protagonista è riuscito anche a peggiorare la sua situazione. Si è concluso con un arresto per resistenza a pubblico ufficiale un alterco tra due persone a Torre Annunziata. A finire in manette è stato un uomo che è stato arrestato ieri sera dagli agenti del commissariato oplontino, agli ordini del dirigente Vincenzo Gioia e del suo vice Elvira Arlì. L'uomo è stato fermato a via Sepolcri successivamente ad una lite con un altro uomo. Gli uomini in divisa sono arrivati sul posto perché allertati da alcuni passanti.

Si sono subito resi conto che i due si stavano picchiando violentemente ed hanno provato a fermarli ponendosi fra loro. Palumbo però non si è fermato e ha cominciato a minacciare gli agenti colpendoli poi con calci e pugni. Il 33enne dopo le prime resistenze è stato ammanettato dai poliziotti che l'hanno portato in commissariato. L'accusa da cui si sta difendendo in queste ore è di resistenza e minacce a pubblico ufficiale nel corso del processo con rito direttissimo che si sta svolgendo dinanzi al giudice monocratico del tribunale di Torre Annunziata. L'arresto è stato convalidato dallo stesso magistrato che subito dopo ha dato il via al processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento