rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Vico Pergole

Minaccia compagna e figlio con un coltello: finisce in carcere

L'aggressione è avvenuta a Napoli, nel Borgo Sant'Antonio. L'uomo, 37 anni, è risultato essere un immigrato irregolare

Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in vico Pergole per una segnalazione di lite familiare.
I poliziotti, giunti sul posto, hanno trovato un uomo in evidente stato di agitazione e lo hanno bloccato; poco dopo, la vittima, compagna dell’aggressore,  ha raccontato di essere stata aggredita dall’uomo e minacciata con un coltello in presenza del figlio minore e, per tale motivo, si era rifugiata in casa di una vicina.
L’uomo, un 37enne indiano irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate nonché denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Un altro episodio di violenza domestica si è verificato nella zona del Pallonetto. Gli agenti del Commissariato San Ferdinando sono intervenuti in vico Solitaria per una segnalazione di lite familiare. I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da un ragazzo il quale ha raccontato che, poco prima, il padre, come già avvenuto in precedenti occasioni, aveva chiesto del denaro alla madre e, di fronte al suo rifiuto, l’aveva minacciata e aggredita. L’uomo, un 43enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia compagna e figlio con un coltello: finisce in carcere

NapoliToday è in caricamento