menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia a Sorrento: cade un ultraleggero. Morto il pilota

Ieri un ultrallegero è precipitato nel mare delle coste della penisola di Sorrento. A bordo c'era un uomo di 63 anni, Mario Maresca, amante del mare e del volo

Un ultraleggero ieri è precipitato nel mare di Napoli, lungo la costa della Penisola Sorrentina. A bordo c'era un uomo di 63 anni, Mario Maresca, che è stato riconosciuto dai familiari grazie ad un giubbotto trovato in mare.

L'uomo stava volando quando improvvisamente il motore è andato in tilt. Nella caduta, Maresca è riuscito ad inviare un sos, allontanandosi dalla costa che era piena di bagnanti.
Questo avvenimento è stato avvistato da due pescatori che, verso le 11 del mattino, hanno chiamato la Guardia Costiera. Mario Maresca era il suocero di Antonio Cafiero, pasticciere di Sorrento noto per i suoi guiness e le sue creazioni dolciarie.
Gli inquirenti, dopo aver analizzato il caso, non escludono la possibilità che mentre l'ultraleggero stava precipitando, l'uomo sia stato colpito da un malore e per questo non si è gettato in mare.

Subito dopo la caduta, è scattato l'allarme e la ricerca. Sono immediatamente intervenuti i militari della Guardia Costiera della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia che hanno iniziato le prime ricerche trovando alcuni pezzi dell'aereo da turismo. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco con i sommozzatori, che si sono immersi in diversi punti di Marina D'Equa.
Il velivolo era decollato da Lago Patria per giungere nei cieli della Penisola Sorrentina. Da diverse testimonianze è emerso che il piccolo aereo già intorno alle 10 sfrecciava in cielo lasciandosi alle spalle una densa scia di fumo, sintomo questo di una probabile avaria al motore.

Poco prima delle 11 poi l'ultraleggero è sceso addirittura a bassa quota sfiorando gli edifici del corso Italia a Meta di Sorrento per poi dirigersi, qualche minuto dopo, in mare aperto dove è precipitato. Anche il fratello della vittima, Paolo, stava seguendo le evoluzioni dell'aereo con un binocolo. In primo momento i familiari avevano escluso che si potesse trattare del parente, per poi riconoscerlo ieri pomeriggio, grazie al giubbotto trovato in mare.

Mario Maresca, appassionato di volo spesso sorvolava la Costiera sorrentina. Il 6 giugno si era levato in volo alle 10 del mattino. Intorno alle 11,30 il fratello della vittima l'aveva avvistato dalla sua casa a Sorrento con un cannocchiale; poi più niente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di martedì 6 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento