menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Roma del Censis

Giuseppe Roma del Censis

"A Napoli ti arriva un proiettile e non te ne accorgi...": polemiche per un intervento su RaiUno

La frase, di Giuseppe Roma del Censis, voleva giustificare l'emigrazione di ritorno dal Nord ai centri periferici del Sud. Per molti, un pesante scivolone discriminatorio

Ma perché devo stare in un quartiere di Roma dove non ci sono più romani, in un quartiere di Napoli dove magari ti arriva un proiettile e non te ne accorgi?”. Ancora pregiudizi e luoghi comuni su Napoli in Rai, questa volta nella trasmissione "A conti fatti" in onda lo scorso mercoledì su RaiUno.

Protagonista dello scivolone questa volta è il dottor Giuseppe Roma, del Censis intervenendo in un dibattito sul fenomeno dell'emigrazione "di ritorno" dal Nord a Sud.

“Oggi ci si muove in maniera diversa, dal Nord al Sud, magari per delusione, perché non si è trovato lavoro – il suo pensiero – In fin dei conti al Sud ci sarà lo sviluppo del futuro, c’è un grande potenziale. Quindi c’è chi torna, ma anche chi scommette con tante attività: turismo, beni culturali, innovazioni come le start-up". Fin qui considerazioni lucide.

Poi prosegue: "Noi italiani abbiamo il mito della casa, spesso abbiamo il mito della seconda casa al paese, in campagna. Ma quella è una casa magari a cui sei affezionato, però una volta che l’hai rimessa a posto, che i figli non vengono, dici ma perché devo stare in quartiere di Roma dove non ci sono più romani, in un quartiere di Napoli dove magari ti arriva un proiettile e non te ne accorgi?”.

Un po' di razzismo e un po' di luoghi comuni usati a giustificare il fenomeno dell'abbandono delle città, quindi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter finisce contro un muro: morto un uomo

  • Cronaca

    Covid in Campania, il bollettino: più di 2mila positivi e 14 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento