rotate-mobile
Cronaca

Colpo al clan D'Amico: 24 arresti per estorsione, traffico e spaccio

Estorsioni a tappeto venivano compiute ai danni di commercianti, artigiani e imprenditori con l'imposizione di gadget natalizi pagati a prezzo esorbitante. Clan Lo Russo come canale di rifornimento

I carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere arrestando 24 persone appartenenti al clan camorristico D'Amico, operante a San Giovanni a Teduccio, e ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti e violazione alla legge sulle armi.

Nel corso d'indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia sviluppate con attività tradizionali e tecniche e integrate da dichiarazioni di collaboratori di giustizia, i militari dell'Arma hanno identificato capi ed elementi di spicco del clan documentando intese e alleanze con i clan Mazzarella e Formicola durante una lunga fase di lotta armata contro il clan Reale-Rinaldi per conquistare il predominio sugli affari illeciti: estorsioni a tappeto venivano compiute ai danni di commercianti, artigiani e imprenditori con l'imposizione di gadget natalizi (calendari, agendine e altro) pagati a prezzo esorbitante.


Dall'indagine è emerso anche l'attività di traffico e spaccio di cocaina e marijuana con canale di rifornimento dal clan Lo Russo, presente nel quartiere Miano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al clan D'Amico: 24 arresti per estorsione, traffico e spaccio

NapoliToday è in caricamento