Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Cibo

Posillipo: il lusso del silenzio; inaugurato To Live, gioiellino del fine food

Cafè room, lunch break, cocktail bar, cena. Cosa c'è in menù e chi in cucina

Nasce come contenitore di momenti all'insegna del bon vivre, in cui il food svolge un ruolo determinante: è To Live, appena aperto in via Orazio. Il locale, fin dal nome, si pone come esperienza di benessere e comfort, sottolineati dal design e dall'attenzione a particolari come il book&magazine corner, il verde, la selezione dei caffè, la lista vini e la mixology. Obiettivo dichiarato "godere il lusso del silenzio, degustare il convivio, nutrire il tempo libero, vivere appetiti culturali, soddisfare la fame di momenti, assaporare il bouquet della musica in sottofondo e mai soverchiante". 150  metri quadri interni e 200 di terrazza, aperto tutta la settimana, la cucina di “To Live” è affidata allo chef Eduardo Estatico e articolata in quattro momenti.

IMG_2696

4 momenti To Live 

To Live Breakfast: dalle 7 alle 11 del mattino, con ampia scelta di preparazioni artigianali, dal dolce al salato. La colazione del To Live si basa su una proposta ispirata alla tradizione locale con significative aperture a quella continentale e internazionale. I lievitati, dai croissant alle brioches, sono preparati secondo la ricetta dello chef Estatico nei laboratori del Carcere di Nisida, un sodalizio voluto dalla proprietà per dare spazio e voce alla professionalità e le potenzialità delle strutture nell’Istituto penitenziario minorile.

To Live Lunch:  il pranzo è servito dalle 12 alle 15, con protagonisti i piatti della cucina tradizionale campana, in ossequio alla stagionalità, come pasta e piselli freschi o la pasta e fagioli di Controne, fresche insalate (dalla Nizzarda alla Caesar) e lo speciale club sandwich firmato Eduardo Estatico.

To Live Cocktail & tapas: al calar del sole, dalle 18 alle 21, un menù di tapas che accompagnano cocktail (la beverage list alterna grandi classici e moderni signature); vini, con attenzione al territorio campano, e una selezione di artigiani del territorio italiano e internazionale; champagne francesi.

To Live Dining: dalle 20 alle 24 è proposta una cucina mediterranea d’autore, di impronta e gusto italiani e di matrice veracemente partenopea, dove la terra e il mare si intrecciano in un continuo scambio, lasciando modo all’ospite di riportare alla mente e ripercorrere i sapori della tavola di casa ma anche di viaggiare alla scoperta di una nuova espressione della tradizione culinaria napoletana, frutto della continua ricerca di chef Estatico.

Tre i menù di degustazione: Vegetariano, Classico ed Evoluzione.

Chef Eduardo Estatico-2

Chef Estatico

Eduardo Estatico, appassionato già da bambino alla cucina delle nonne, che gli insegnano la memoria del gusto nella cucina napoletana, si forma tra Italia e Stati Uniti con pit-stop giovanili importanti come l’Accademia Alma di Gualtiero Marchesi a Colorno, poi La Peca di Lonigo dei fratelli Portinari, L’Acquerello di Fagnano Olona di Silvio Salmoiraghi e La Locanda di Bu a Nusco da Antonio Pisaniello.

Il primo incarico da chef è presso Casa del Nonno 13 a Mercato San Severino. A seguire il Boscolo Aleph (oggi Hilton) di Roma e l’approdo al J.K. Place di Capri, dove in sette stagioni mette a punto la sua visione di “cucina d’autore mediterranea”, in cui trae ispirazioni dal passato rendendo inedite ricette della tradizione.

Nel 2018 rientra a Napoli dove dapprima cura l’apertura delle cucine al Britannique Hotel by Hilton e successivamente si sposta in Penisola Sorrentina come executive al Maxi dell’Hotel Capo La Gala di Vico Equense.

Nell’autunno 2023 decide di raccoglie la sfida per la riapertura di uno storico locale di Napoli, La Mela, dove mette in campo un nuovo format di fusion mediterranea a servizio del cocktail bar.

Da questo mese inizia quindi il nuovo percorso di Executive Chef al To Live.

Estatico è membro di Chic (Charming Italian Chef) dal 2015, sommelier AIS, collezionista di oltre 4000 testi di gastronomia e autore de “La Cucina Napoletana” (Edizioni Newton&Compton).

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posillipo: il lusso del silenzio; inaugurato To Live, gioiellino del fine food
NapoliToday è in caricamento