menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Festival del Mare Nostrum

Festival del Mare Nostrum

"Festival del Mare Nostrum", grande successo a Monte di Procida

Si è conclusa domenica il "Festival del Mare Nostrum". Oltre quaranta stand provenienti da tutte le regioni del sud. Degustazioni dei piatti tipici della cucina flegrea per tutti.

Grande successo per il “Festival del Mare Nostrum e della musica del mediterraneo” al comune di Monte di Procida. La manifestazione all'insegna di tradizioni e riscoperta di radici locali, nata per promuovere il territorio flegreo, si è conclusa ieri con una grande partecipazione di cittadini residenti e provenienti da tutta la provincia di Napoli.

Per tutta la serata, i ristoranti Villa Vazia, il Brontolone, Le Cantine del Mare, il Gabbiano, L’Orizzonte, il Nautilus, l’agriturismo La Vigna, Enogusto club Stappo, l’Enoprosciutteria Scamardella, Lobster Import Export Crostacei hanno gratuitamente offerto agli spettatori specialità marinare tipiche della terra flegrea e vini delle cantine locali.La manifestazione, che ha visto il supporto organizzativo del Cifit, il Consorzio Città flegrea Imprese Turistiche, ha coinvolto compagnie musicale di fama nazionale, con la volontà di portare a Monte di Procida uno spettacolo che fosse di qualità.

Ben quaranta gli stand provenienti da diverse regioni del sud Italia con prodotti di artigianato ed enogastronomia, ai quali si sono aggiunti i gazebo dei ristoratori locali che hanno preparato, sul posto, i piatti tipici della cucina flegrea.


«Siamo davvero soddisfatti del successo del Festival del mare nostrum e della musica del Mediterraneo – afferma Stefania Cappiello, Responsabile delle relazioni esterne del Cifit – soprattutto per le presenze e i commenti positivi giunti dal pubblico. Monte di Procida e i Campi flegrei meritano davvero di essere rilanciati con spettacoli di qualità, speriamo di continuare su questa strada, per una proficua collaborazione tra enti pubblici e soggetti privati». Sabato sera è stata Cappella il palcoscenico dei “DanzeMeticce” di Ashai Lombardo Arop, compagnia bolognese, che con il loro mix di danze e suoni tribali, insieme al canto popolare italiano del talento naturale Loredana Carannanate, hanno incantato l’intero borgo. Domenica sera, invece, è stata la pizzica salentina degli Arakne Mediterranea la grande protagonista della serata sul porto di Acquamorta: trasportando con canti e danze il pubblico nella magica cornice del Salento, anche gli spettatori si sono improvvisati “tarantolati” sul pontile del palco, ballando insieme agli artisti la tipica danza pugliese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento