Lavastoviglie: gli errori che commetti senza saperlo

La lavastoviglie è un elettrodomestico indispensabile, ma l'utilizzo sbagliato può far lievitare i costi delle utenze. Ecco a cosa prestare attenzione

Tra gli elettrodomestici ormai indispensabili, a prescindere dalle dimensioni della famiglia come della casa, sicuramente c'è lei: la lavastoviglie. Il costo del consumo di acqua e, soprattutto, di energia elettrica può diventare però davvero pesante se non si fa attenzione ad alcuni "particolari":   

L'importanza delle "+"

L'incidenza sui consumi di una lavastoviglie dipende alla classe energetica. I modelli più recenti assicurano un maggior risparmio energetico perché appartengono alle classi A+++, A++ e A+. La domotica, poi, attraverso specifici sensori consente all'elettrodomestico di impostare automaticamente il programma più adatto in relazione non solo al carico ma anche al livello di sporco, riducendo al minimo gli sprechi.

Occhio al carico 

Come la lavatrice, anche la lavastoviglie dovrebbe essere utilizzata a carico pieno ma mai sovraccaricata: acqua e detersivo passerebbero con più fatica tra le stoviglie, con il risultato di dover procedere ad un secondo lavaggio.

Non è opportuno, inoltre, alterare le postazioni previste per pentole e bicchieri: sono infatti studiate per consentirne il lavaggio ottimale.

Il programma non è un optional

Le lavastoviglie hanno diversi programmi, studiati per le varie tipologie di sporco, con lavaggi rapidi e temperature inferiori per i carichi meno sporchi. Ovviamente maggiore sarà la durata e la tempertura di lavaggio maggiore sarà il consumo.

Ai fini del risparmio, inoltre, da non trascurare la possibilità offerta da alcuni fornitori di energia di fruire di costi minori in alcune fasce orarie, come quella notturna: basterà programmare il timer ormai presente su qualsiasi modello.

La pulizia aiuta

Pulire la lavastoviglie, anche se è un'operazione fastidiosa, aiuta a risparmiare in bolletta: non solo i lavaggi saranno più efficaci ma si eviteranno malfunzionamenti e rotture. Eliminare residui di cibo come anche calcare e muffa, inoltre, non solo è un modo per garantire l'efficienza dell'elettrodomestico ma anche per proteggere la nostra salute.

Per evitare di itasare filtri e scarichi, poi, attenzione a non inserire stoviglie con residui di cibo. Per evitare di consumare inutilmente acqua, non è necessario il prelavaggio di piatti e pentole: basterà semplicemente rimuovere gli avanzi con l'aiuto di una spugna da cucina o un guanto in silicone o un tovagliolo di carta.

Prodotti online per lavastoviglie

Lavastoviglie A+++

Set pulizia ecologico

Sale per lavastoviglie

Pastiglie per lavastoviglie

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Condominio e coronavirus: gli errori che non sai di commettere

  • Casa da sogno in vendita a Marechiaro

  • Idrostufa: cos'è e quanto fa risparmiare

  • Anidride carbonica, Covid e ambienti chiusi: cosa sapere

  • Parquet: tutto quello che sbagli senza saperlo quando pulisci

  • Scutigera: cos'è e a cosa serve

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento