Scope elettriche: a cosa fare attenzione e come scegliere

I modelli più nuovi, con pro e contro

Impensabile, di questi tempi, fare a meno della scopa elettrica: pratica, veloce e, soprattutto, efficiente è un aiuto irrinunciabile contro acari e pollini che invadono gli ambienti a primavera ma anche contro germi e batteri che entrano in casa con le nostre scarpe o le zampe del nostro cane. Non tutti i modelli, però, sono ugualmente efficienti ed adatti a qualsiasi esigenza.

Struttura e praticità

In base alla forza fisica, all'età e alle proprie condizioni di salute (ad esempio problemi alle articolazioni, ernie o protusioni, etc.) andrà innanzitutto considerato il peso dell'apparecchio e la sua manegevolezza.

Se poi la casa non è dotata di ripostiglio o, comunque, non è particolarmente grande, meglio puntare su un modello che non ingombra troppo e facile da riporre.  

Occhio al pelo

In un'aspirapolvere la spazzola è tutto: deve essere abbastanza rigida da rimuovere i residui di sporco che si appiccicano alle superfici, ma non troppo dura perché rischierebbe di graffiare irrimediabilmente superifici delicate come il parquet a vernice o il marmo di pregio. Se i vostri pavimenti sono di diversi materiali, quindi, da preferire un modello con un set di spazzole studiate appositamente per le diverse superfici. Il terminale aspirante della scopa elettrica inoltre deve essere snodato, in modo da raggiungere gli angoli e abbastanza basso da poter muoversi liberamente sotto i mobili bassi.

Potenza e alimentazione

Alle scope elettriche tradizionali, alimentate con presa elettrica, si sono aggiunte le più nuove a batteria ricaricabile che consentono di muoversi liberamente in qualsiasi ambiente senza l’ingombro dei fili.

Solitamente le batterie sono a ioni di litio, che conservano una potenza costante anche quando sono sul punto di scaricarsi, o a nichel che riducono la capacità progressivamente.

Il sacchetto: sì o no?

La scopa elettrica con sacchetto invia la sporcizia in un apposito contenitore che, una volta riempito, va rimosso, gettato e sostituito: comporta quindi costi di funzionamento oltre quello originario di acquisto.

La scopa elettrica con serbatoio ciclonico ha un flusso d’aria a spirale che invia polvere e annessi in un contenitore semplice da svuotare e pulire.  Risulta quindi una scelta più ecologica e anche più economica.

L’importanza dei filtri

Il sistema di filtraggio è essenziale.

Normalmente esistono due livelli di filtri: un primo per i detriti di grandi dimensioni come sassolini, schegge di vetro, etc, mentre il secondo trattiene le particelle più piccole evitando che tornino in circolo nell’aria.

I modelli di fascia alta hanno spesso un terzo sistema di filtraggio detto Hepa (High-Efficiency Particulate Air), ideale per i soggetti allergici: riesce infatti a trattenere particelle a partire da un diametro di 0,3 micron.

La bellezza degli accessori

Nella scelta della scopa elettrica bisogna fare attenzione anche agli accessori disponibili, ovviamente in base al proprio arredameto: 

  • spazzola per tappeti: fondamentale per assorbire la polvere che si deposita tra le fibre;
  • spazzola per parquet: studiata per catturare la polvere senza graffiare la superficie delicata del legno;
  • bocchetta a lancia: per infilarsi negli angoli;
  • bocchetta per imbottiti: appositamente studiata per pulire da acari e polvere non solo i materassi ma anche sofà, cuscini, peluches di grandi dimensioni

Da considerare, infine, la possibilità di un elettrodomestico multifunzione che possa trasformarsi all'occorrenza in lavapavimenti o lavavetri. Per aiutarvi a scegliere il prodotto che fa per voi, ecco una nostra selezione:

Rowenta Air Force: scopa elettrica con spazzola motorizzata 

Rowenta Air Force-2

La spazzola di aspirazione Power Slim Vision consente una pulizia profonda su tutti i tipi di pavimenti. Un sistema di luci a led illumina gli angoli più bui e sotto i mobili bassi, per assicurarsi del risultato. La batteria a litio ha un'autonomia di 30 minuti ed è supportata dal motore Power Boost che offre potenza di pulizia e design leggero, compatto ed ergonomico. Completano il modello due 2 spazzole con setole morbide per aspirare la polvere da tavoli, scale, soffitti e una bocchetta a lancia piatta per fessure e angoli.

Pro. Diversi accessori in dotazione e potenza di aspirazione.

Contro. Per alcuni utenti la plastica degli accessori risulta un po’ sottile.

Scopri di più su Amazon

Hover: scopa elettrica 2 in 1

Hover-2

Dotata di Mini Turbospazzola, è formidabile per rimuovere assieme alla polvere anche i peli di animali da divani e poltrone. Senza filo, agile e flessibile, riesce a soddisfare ogni tipo di esigenza. L'aspirabriciole integrato consente di pulire quotidianamente a fondo qualsiasi superficie. Dotata di batteria a litio ricaricabile,  ha un’autonomia di 25 minuti. Rapida la ricarica, comodo il supporto per tenerla pronta all'uso.

Pro. Utilizzo semplice e intuitivo, anche per i vari accessori in dotazione.

Contro. Non ha attacco a muro con carica automatica.

Scopri di più su Amazon

Ariete: scopa elettrica con filo

Ariete-10

E' pensata per chi è vuole un modello classico, con filo, ma con le più alte prestazioni tecnologiche. Impugnatura ergonomica, nella versione "2 in 1" può essere utilizzarla sia come scopa verticale sia come aspirapolvere portatile. Grazie alla tecnologia ciclonica elimina polveri, acari e batteri dalle superfici mentre il filtro Hepa trattiene le micro polveri all'interno del serbatoio. Perfetta, quindi, se in casa ci sono soggetti allergici ad acari, pollini o animali domestici, come alleato irrinunciabile per la salute.

Pro. Leggera e silenziosa, il serbatoio è facile da rimuovere.

Contro. Il filo di alimentazione.

Scopri di più su Amazon

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In vendita a Capri la villa di Christian De Sica

  • Napoli: il mercato immobiliare frena più che nel resto d'Italia. Le quotazioni delle diverse zone

  • Mercato delle locazioni: cosa sta succedendo a Napoli e nelle altre gradi città

  • Come trasformare una finestra in balcone è il sogno di molti. Ecco come fare

  • Parco del Gasometro si farà e sarà fruibile entro quest'estate

  • Voltura e subentro: qual è la differenza e cosa sapere

Torna su
NapoliToday è in caricamento