rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Sicurezza

Condizionatore: ecco cosa può succedere in tempo di virus se lo usi male

Sempre più indispensabile d'estate in città, può essere fonte di non pochi problemi

Difficile con l'afa record di questi giorni riuscire a lavorare o studiare senza aria condizionata. Solo pochi sono però consapevoli dei rischi che si corrono se il condizionatore non è in condizioni ottimali di efficienza e manutenzione. Prima di respirare a pieni polmoni l'aria condizionata, ecco a cosa prestare attenzione, in particolare adesso che si registra una decisa risalita della curva del Covid.

Il condizionatore dovrebbe essere pulito prima della messa in funzione stagionale: sul filtro, infatti, si depositano polveri e pulviscolo che, con l'umidità degli ambienti, si trasformano in un ottimo terreno di coltura per germi e batteri, con l'accensione si determina quindi la diffusione nell'aria di polveri e germi, con il risultato di aumentare il rischio di allergie e infezioni respiratorie. Un filtro sporco, inoltre, "affatica" il condizionatore costringendo il motore ad uno sforzo maggiore: in questo modo può determinare malfunzionamenti o ridurne la vita utile e, comunque, fa lievitare i costi d'uso, con un aumento delle bollette dell'energia elettrica.

Cosa fare

Pulire da soli il condizionatore non è un'operazione impossibile. Anzi: è più semplice di quello che puoi pensare. Ecco come procedere

  1. per non rischiare incidenti, stacca l'apparecchio dalla presa di corrente
  2. apri il coperchio esterno dell'apparecchio, passa l'aspirapolvere, ripassa un panno in microfibra dove avrai spruzzato un po' di sgrassatore, asciuga, passa un germicida specifico per condizionatori.  Se preferisci, contro lo sporco - soprattutto se untuoso - puoi utilizzare una soluzione green fatta con acqua tiepida e aceto.
  3. passa al filtro. Se il condizionatore è a carboni attivi, è necessario togliere quelli esauriti e lavare con acqua tiepida quelli recuperabili. Se l'apparecchio ha un filtro tradizionale, smontalo seguendo le istruzioni, spolveralo, lavalo con acqua tiepida e sapone neutro o sgrassatore, quindi prima di rimontarlo disinfettalo con prodotti specifici o con la soluzione di acqua e aceto di vino bianco e assicurati che sia ben asciutto.
  4. non dimenticare di pulire le bocchette di emissione dell'aria condizionata e, ovviamente, la "scatola" esterna del condizionatore: sarà sufficiente un panno morbido o una spugna NON abrasiva e un po' di sgrassatore.

Via libera, quindi, in piena tranquillità all'aria condizionata

Condizionatori ad alta efficienza con la cessione del credito

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condizionatore: ecco cosa può succedere in tempo di virus se lo usi male

NapoliToday è in caricamento