rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Sicurezza

Vetri brillanti e senza aloni con l'ammorbidente o la patata. Ecco come fare

I metodi davvero efficaci per pulire i vetri senza stress e con risultati sbalorditivi

Se vuoi vetri brillanti, senza fare troppa fatica e senza spendere un capitale in detersivi, ecco quali sono i metodi davvero infallibili

Errori da principianti

Innanzitutto è fondamentale non pulire i vetri quando c’è il sole: il calore generato dai raggi solari, infatti, asciuga rapidamente acqua e detersivi generando aloni e residui.

E' importante, poi, non utilizzare acqua fredda.

Ricorda infine di non asciugare mai la superficie con tovaglioli di carta perché tendono a lasciare residui ostinati. Ideali, invece, i panni in microfibra o la carta dei quotidiani

Cosa usare per pulire i vetri

Ecco cosa usare per far brillare i vetri senza lasciare aloni e con poco sforzo:

  • Acqua e sapone: è la soluzione più semplice ed efficace: versa un cucchiaio di sapone liquido per i piatti in mezzo litro di acqua calda. Passa con un panno morbido e sciacquare subito, con cura
  • Acqua e aceto: disinfettante e antibatterico, l’aceto dà risultati eccellenti. Metti in uno spruzzino un bicchiere di aceto diluito con mezzo litro di acqua calda. Distribuisci sulla superficie con un panno morbido e asciuga
  • Patata cruda: sgrassa i vetri in maniera straordinaria e li rende a dir poco brillanti. Taglia a metà una grossa patata e strofinala sulla superficie, in particolare dove ci sono residui o incrostazioni. Quindi risciacqua
  • Ammoniaca: l’ammoniaca è uno dei componenti base di molti detersivi. Rimuove lo sporco, eliminando grasso, olio e anche le incrostazioni più resistenti. Utilizzala diluita con acqua calda. E' un prodotto irritante, quindi maneggiala con molta attenzione e arieggia la stanza mentre la utilizzi
  • Alcool: è ottio per pulire vetri e specchi. Per un risultato impeccabile mescola mezzo litro d’acqua, una tazza di aceto e una di alcool e passa con un panno morbido sulla superficie. Non necessita di risciacquo
  • Ammorbidente: strano ma vero, usato per pulore i vetri l’ammorbidente dà risultati straordinari perché evita la formazione degli aloni. Passalo con un panno morbido e ammira il risultato
  • Bucce di banana: In caso di sporco ostinato e incrostazioni, passa sulle superfici la parte interna della buccia di banana e poi risciacqua con abbondante acqua tiepida e asciuga con un panno in microfibra

Come pulire i vetri

I vetri delle finestre devono essere puliti con regolarità, almeno una volta al mese. Per un risultato valido e veloce, prima di procedere al lavaggio spolvera bene con un piumino asciutto.

Dopo il lavaggio i vetri vanno asciugati: alleati formidabili per questo lavoro sono la carta dei quotidiani o la microfibra. Meraviglioso, in alternativa, l'aspiragocce elettrico che rende l’operazione velocissima e perfetta.

Per pulire in sicurezza i vetri esterni, l’ideale è il lavavetri magnetico: si tratta di due spatole che restano ancorate tra loro grazie all’azione di calamite. 

Occhio agli infissi

Prima dei vetri è necessario sempre pulire gli infissi, su cui in genere si concentra maggiore polvere, prestando attenzione al materiale

  • Legno: passa un panno in microfibra umido sulla superficie e utilizza detergenti naturali, non aggressivi
  • PVC: utilizza uno sgrassatore o detersivo per piatti diluito con un po' di acqua tiepida. Spruzzarlo sugli infissi, lascia agire un po' e risciacqua
  • Alluminio: è sufficiente passare una spugna imbevuta d’acqua, con l’aggiunta di qualche goccia di detersivo per piatti. Vietato assolutamente l'anticalcare

Prodotti online

Lavavetri magnetico

Lavavetri elettrico

Aspiragocce

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vetri brillanti e senza aloni con l'ammorbidente o la patata. Ecco come fare

NapoliToday è in caricamento