La tua cucina puzza? Ecco come rimediare

Cipolla, aglio, olio di frittura, arrosto rilasciano odori persistenti che impregnano l'ambiente. Tutti i trucchi per eliminarli

Se ami cucinare ma non vuoi riempire la cucina in particolare e la casa in generale di "odorini" non sempre piacevoli, ecco i migliori rimedi, naturali e sperimentati:

Tanfo di grasso

Dopo aver soffritto aromi e pietanze o, peggio, dopo una bella frittura, il tanfo di grasso permea qualsiasi cosa. Per eliminarlo è sufficiente usare due bicchieri di aceto bianco, portati a temperatura di ebollizione in un pentolino. Il liquido caldo, in un baleno assorbirà la puzza. Diluito con 1/3 di acqua molto calda, inoltre, potrà essere utilizzato per pulire ed eliminare il calcare da stoviglie o accessori. Una volta raffreddato, messo in frigorifero (in un recipiente alto, in modo da evitare versamenti accidentali) con qualche buccia di limone o arancia ne assorbirà gli odori sgradevoli

Spazzatura e rifiuti

Per evitare che dalla pattumiera si diffonda il tipico e persistente odore di decomposizione, basta mettere un po' di bicarbonato di sodio sul fondo della busta prima di riempirla. Un ottimo aiuto è fornito inoltre dai fondi di caffé

Aromi

Gli chef lo sanno bene: in cucina la pulizia è fondamentale e deve essere continua. Mentre si prepara ci si dovrebbe ricordare di pulire regolarmente le stoviglie usate e le superfici, meglio se con un panno imbevuto di aceto. In questo modo si evita di impregnare l'ambiente di odori

Il tubo di scarico

Il tubo di scarico si intasa molto facilmente: è preferibile pulire bene le stoviglie prima di riporle nel lavandino. Per evitare residui di grasso, bastano tre bicchieri di acqua bollente e un cucchiaino di bicarbonato di sodio, da mescolare e versare nelle tubature.

Occhio alle mani

Non solo superfici e piatti: anche le mani assorbono odori sgradevoli come quelli di aglio, cipolla o pesce. Strofinandole con mezzo limone, l'odore se ne andrà in pochissimi secondi.

Microonde come nuovo

Per evitare che odori poco piacevoli si depositino nel forno a microonde bisogna semplicemente tagliare un limone in quattro spicchi, sistemarlo in un recipiente di vetro, con acqua calda, e lasciarlo per qualche istante nel forno acceso. Il vapore farà il resto, sciogliendo ogni residuo di grasso. Per la pulizia completa, è quindi sufficiente passare nell'elettrodomestico un panno imbevuto di aceto .

Il tagliere

I cattivi odori della cucina possono provenire anche dagli accessori più "insospettabili". Il tagliere è l'esempio perfetto: se non viene pulito con cura può diffondere nell'aria odori a dir poco sgradevoli. Il succo di limone con un pizzico di sale, lo farà tornare profumato e fresco.

Aromi insospettabili

Un cucchiaino di chicchi di caffè in una ciotolina posta su una mensola saranno un ottimo profumo per l'ambiente. In alternativa, si può usare un batuffolo di cotone imbevuto di essenza di vaniglia .

Passare la spugna

E' importante pulirle regolarmente e non lasciarle mai bagnate per evidare che si trasformino in un ricettacolo di germi, muffe e cattivi odori.

Prodotti online

Casaceto aceto bianco di alcol

Aceto di alcool spray

Bicarbonato di sodio

Succo di limone

Spugne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In vendita a Capri la villa di Christian De Sica

  • Napoli: il mercato immobiliare frena più che nel resto d'Italia. Le quotazioni delle diverse zone

  • Mercato delle locazioni: cosa sta succedendo a Napoli e nelle altre gradi città

  • Come trasformare una finestra in balcone è il sogno di molti. Ecco come fare

  • Parco del Gasometro si farà e sarà fruibile entro quest'estate

  • Voltura e subentro: qual è la differenza e cosa sapere

Torna su
NapoliToday è in caricamento