rotate-mobile
Sicurezza

Casa allagata: ecco cosa fare per evitare i danni più gravi

I consigli

Appartamenti e villini si allagano molto più facilmmente di quanto si potrebbe credere: tubature che si crepano, scarichi intasati, infiltrazioni o perdite possono creare danni molto seri e richiedere costosi interventi di riparazione. Ecco quindi le cose più urgenti da fare non appena si nota scorrere acqua lungo le pareti o sul pavimento:

Staccare la corrente

La prima cosa da fare quando si notano perdite o infiltrazioni d'acqua è verificare se è possibile staccare la corrente in sicurezza: significa che sia il contatore che voi dovete essere lontani dall'acqua che è un buon conduttore. Per non morire folgorati, infatti, non bisogna assolutamente toccare contatori, interruttori o apparecchi elettrici con le mani bagnate o i piedi nell'acqua.

Se non è possibile staccare il contatore presente in casa in sicurezza, è meglio chiamare i vigili del fuoco.

Mettere al sicuro bambini e animali doestici

Mettete al sicuro i più piccoli e i pets di casa, in una camera asciutta e, soprattutto, su una superficie che garantisca l'isolamento.

Identificare la fonte della perdita

Se l'infiltrazione non è provocata dalle condizioni atmosferiche (ad esempio una finestra lasciata aperta o un danno al tetto durante temporali o acquazzoni) né è imputabile all'appartamento al piano sopra o accanto al vostro, procedete subito chiudere l'impianto dell'acqua: la "chiave" solitamente è in cucina o in bagno.

Rimuovere l'acqua

Prima di intervenire per riuovere l'acqua pensate alla sicurezza: indossate calzature antiscivolo, meglio ancora stivaloni antipioggia. Assolutamente non infilate i piedi in bustoni di plastica che favorirebbero scivoloni e cadute. Se la situazione non è troppo grave, cercate di spingere l'acqua fuori con una scopa o procedete con straccio e secchio. Diversamente bisognerà chiedere aiuto ai vigili del fuoco o ad una ditta specializzata dotata di bidoni aspiraliquidi o pompe idrauliche.

Pulire

Dopo aver individuato e riparato la perdita e rimosso l'acqua, bisognerà far asciugare bene i mobili per evitare che marciscano, e le pareti per impedire la formazione di muffe. Se l'acqua è entrata in armadi e cassetti, ovviamente, bisognerà mettere tutto ad asciugare:

  • svuotate i mobili, pulendo o lavando quello che può essere salvato o gettando quello che è irriediabilmente rovinato (ad esempio libri, fotografie, apparecchi elettronici etc.)
  • pulite con un detergente delicato, senza ammoniaca
  • asciugate con cura, lasciando aperte le finestre. Per accelerare il processo, si può utilizzare un deumidificatore
  • elettrodomestici: non vanno utilizzati fino a quando non sono completamente asciutti. Meglio, comunque, farli controllare da un elettricista

Asciugare

Gli imbottiti come poltrone, divani, cuscini e materassi potrebbero non essere recuperabili, soprattutto se inzuppati o ricoperti di fango.

Lenzuola, coperte, tende o abiti andranno lavati con detersivo e disinfettante.

Se l'allagamento è stato importante, la casa dovrà essere fatta asciugare bene, magari con l'aiuto di un deumidificatore. Rivestimenti come il cartongesso o parquet e boiserie andranno verificati e, in base all'entità del danno, potrebbe esserne necessaria la rimozione e sostituizione. Andrà quindivalutata la necessità di un trattamento anti-muffa.

Prevenire

Per non rischiare di trovarsicon la casa allagata è importante controllare e far effettuare la manutenzione periodica di tubature e impianti. Grazie alla domotica, inoltre, sono disponibili pratici sistemi di sicurezza che rilevano le perdite e provvedono non solo ad avvisare ma anche a chiudere l'acqua a distanza.

Prodotti online

Bidone aspira solidi e liquidi

Pompa idraulica elettrica

Prodotti antimuffa

Deumidificatore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa allagata: ecco cosa fare per evitare i danni più gravi

NapoliToday è in caricamento