Ristrutturare

Le spese per le sanatorie edilizie rientrano nel Superbonus del 110%?

L'applicazione pratica dell'agevolazione continua a sollevare dubbi e difficoltà interpretative

L'art. 49 del Testo Unico Edilizia (DPR n. 380/2001) stabilisce che l'immobile deve essere in regola per poter beneficiare di incentivi, agevolazioni e detrazioni: dunque il requisito deve essere rispettato anche per ottenere il cosiddetto superbonus del 110% previsto dal Decreto Rilancio n. 34/2020 per alcuni interventi di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio sismico.

L'art. 50 del Testo Unico Edilizia stabilisce però che in caso di sanatoria edilizia degli eventuali abusi le agevolazioni fiscali tornano ad essere fruibili.

Se il comma 13-ter dell'art. 119 del Decreto Rilancio è intervenuto a "salvare" i lavori condominiali, prevedendo che occorre verificare la sola conformità delle parti comuni degli edifici plurifamiliari (pur non chiarendo se è necessario asseverare tutte le parti comuni oppure solo quelle interessate dagli interventi), negli ultimi mesi si è quindi assistito ad una vera pioggia di interventi finalizzati all'ottenimento delle sanatorie in modo da poter fruire del Superbonus come detrazione o sconto oppure nella modalità della cessione del credito.

Quando è possibile la sanatoria edilizia

La sanatoria edilizia si ottiene

  • rimuovendo l'abuso;
  • presentando un permesso di costruire o una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) in sanatoria se l’intervento risulta conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento della presentazione della domanda, dunque in caso di doppia conformità. La pratica di accertamento di conformità va presentata da un professionista abilitato (architetto, ingegnere, geometra, etc.).

Superbonus 110% e sanatoria edilizia

Tra i più diffusi dubbi interpretativi relativi alle modalità pratiche di ottenimento dell'agevolazione c'è anche quello che riguarda la possibilità di far rientrare nel complesso delle spese agevolabili al 110% anche i costi per la sanatoria edilizia.

Sulla questione è intervenuta l'Agenzia delle Entrate con ben 2 risposte ad interpello (numero 254/2021 e n. 261/2021), chiarendo che non sono deducibili le spese per il tecnico che predispone la sanatoria di eventuali abusi e/o della sanatoria stessa perché non si tratta di spese direttamente riconducibili all'intervento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le spese per le sanatorie edilizie rientrano nel Superbonus del 110%?

NapoliToday è in caricamento