Ristrutturare

Ristrutturazione casa: cosa sapere prima di procedere con lavori ed acquisto di materiali

Progetto, valutazione dei costi, autorizzazioni, finanziamenti e agevolazioni fiscali gli step indispensabili

Intraprendere la ristrutturazione di un immobile vuol dire lavori importanti, per i quali generalmente è necessario l'apporto di un tecnico come un architetto o un ingegnere e personale specializzato come idraulici ed elettricisti.

Come procedere

Avere le idee chiare sulle proprie necessità e sugli spazi a disposizione è fondamentale. Di grande aiuto sono certamente una piantina in scala, righello, matita e gomma da cancellare, in modo da potr abbozzare una o più soluzioni possibili.

E' quindi indispensabile consultare un esperto per avere la conferma che gli interventi desiderati possono essere realizzati sia dal punto di vista normativo (cambi di destinazione, incorporazione, fusione o scissione di porzioni immobiliari, apertura o chiusura di vani etc.), sia dal punto di vista strutturale, ovvero senza creare problemi alla staticità ed all'estetica dell'edificio.

Un sopralluogo consentirà di avere le idee chiare su spazi, materiali e possibili imprevisti quale la ncessità di spostare condotte e tubazioni. Solo in questo modo si potrà avere un'idea plausibile dei possibili costi da sostenere per i lavori strettamente edili (demolizione di pareti, rimozione di rivestimenti, predisposizione di tracce per impianto elettrio, idrico, di riscaldamento, etc.) e quindi valutare i materiali da acquistare (igienici, mattonelle, elettrodomestici etc.).

Come ottenere un mutuo per i lavori di ristrutturazione  

Anche se fatta in economia, qualsiasi ristrutturazione implica costi di un certo rilievo che finiscono per incidere sul bilancio complessivo della famiglia. E' quindi opportuno valutare la possibilità di un mutuo per ristrutturazione o un prestito anche perché quest'anno è ancora possibile usufruire di agevolazioni fiscali particolarmente vantaggiose per gli utenti come 

  • Agevolazioni ristrutturazione 2021
  • Sisma bonus 2021
  • Bonus facciate 2021
  • Bonus verde 2021

Gli istituti bancari definiscono "mutuo ristrutturazione" il finanziamento studiato per chi vuole realizzare interventi di miglioramento dell'intero immobile adibito ad abitazione (anche per le vacanze), o di parte di esso, sia all’interno che all’esterno oltre che per l’efficientamento energetico.

Come per qualsiasi altro mutuo, anche per quello per la ristrutturazione non c’è un importo minimo finanziabile. Il Fondo di Garanzia può contribuire con un finanziamento fino al 50% della quota capitale.

La durata del mutuo per ristrutturazione è esattamente la stessa per l’acquisto e va da 5 a 30 anni.

Si può scegliere tra tasso d'interesse fisso e variabile, a seconda delle esigenze.

Per richiedere un mutuo finalizzato a sostenere la ristrutturazione di un immobile va predisposta un'istruttoria e presentati documenti

  • anagrafici che certificano le generalità del richiedente;
  • reddituali che dimosttrano la sua situazione economica e, quindi, la capacità del richiedente di rimborsare il prestito;
  • relativi all'immobile: preliminare o rogito di acquisto, atto di provenienza, copia dell certificazioni urbanistiche, autorizzazioni all’intervento se richieste dalla normativa, atti catastali, computo metrico-estimativo.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione casa: cosa sapere prima di procedere con lavori ed acquisto di materiali

NapoliToday è in caricamento