Domenica, 26 Settembre 2021
Vendita e Affitto

Mercato immobiliare: novità d'autunno

Il polso della situazione misurato dalle maggiori agenzie attive a Napoli e le previsioni dell’Osservatorio Immobiliare Nomisma

Le restrizioni agli spostamenti imposte dall'epidemia di Covid-19 non hanno fatto male al mercato immobiliare napoletano: anzi, stando ai commenti delle maggiori agenzie attive sul nostro territorio, l'interesse per l'acquisto di immobili di tipo residenziale risulta in continua crescita, con compravendite portate a termine in tempi ragionevoli.

Il merito, secondo gli operatori, è da attribuire innanzitutto al maggior tempo avuto a disposizione dai potenziali acquirenti, che hanno potuto dedicarsi alla ricerca di immobili. Non meno rilevante, poi,  la disponibilità a concedere mutui mostrata dal ceto bancario e, non ultimo, l'ottimismo innescato dalla campagna vaccinale.

Cosa succederà nei prossimi mesi

L’interesse per l’acquisto di immobili da destinare a casa o come investimento per i figli, spiegano gli operatori, è sempre più pressante e si riflette in una maggiore dinamicità del mercato residenziale che nel primo semestre 2021 evidenzia una domanda di acquisto in crescita, tanto da lasciar prevedere in questo ultimo scorcio del 2021 un aumento, sia pur moderato, non solo del numero delle compravendite ma anche delle locazioni, a fronte di una possibile lieve flessione dei canoni e dei prezzi di mercato.

Napoli effervescente 

Il trend riportato riguarda le maggiori città italiane, ma appare ancora più spinto in ambito napoletano: “Paradossalmente il Covid è stato una scossa per il mercato immobiliare che sta vivendo una ripresa - dichiara Stefano Mazza, amministratore della Leonardo Immobiliare – I prezzi tra l’altro si mantengono stabili e come testimoni privilegiati, tra i dati che abbiamo fornito a Nomisma, sulla valutazione dell’andamento del mercato immobiliare, rileviamo la preferenza delle zone Vomero/ Arenella per i servizi e la vivibilità del quartiere, ma a Napoli vanno bene anche Montecalvario, Fuorigrotta, ed altre zone, mentre la periferia soffre sempre un poco al confronto. In ogni caso possiamo già intravedere un trend positivo per i prossimi sei mesi con aumento del numero di compravendite, prevedendo nel prossimo quinquennio tassi che resteranno bassi, prodromo però di un successivo possibile rialzo dei prezzi”.

Ancora, secondo Gabetti e Grimaldi, come dichiara il franchising manager Michele Nazzaro “Nel primo semestre 2021, anche a Napoli il mercato residenziale ha segnato una crescita evidente, con volumi di compravendita pari al periodo pre-covid,dimostrando di essere il settore immobiliare più resiliente. Tassi di mutuo ancora molto convenienti ed incentivi fiscali sulla ristrutturazione e riqualificazione degli immobili e degli edifici stanno contribuendo a questo trend positivo, confermato dalla stabilità dei prezzi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare: novità d'autunno

NapoliToday è in caricamento