Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza abitativa, la denuncia: "Settantamila alloggi disponibili e mai assegnati"

Valeria Ciarambino, candidata 5 Stelle alla presidenza della Regione: "De Luca e de Magistris non hanno mosso un dito per chi non può pagare l'affitto"

 

In autunno, diecimila famiglie campane potrebbero essere sfrattate perché non più in grado di pagare l'affitto. Da questa analisi del Sunia, Sindacato nazonale inquilini, il Movimento 5 Stelle presenta il suo piano casa in piena campagna elettorale. "Ventimila alloggi da assegnare alle famiglie in difficoltà" è l'annuncio di Valeria Ciarambino, candidata alla presidente della Regione Campania.

Numeri non dati a casaccio, assicura, ma basati sul patrimonio già in possesso e non utilizzato dall'amminstrazione regionale: "Secondo Assocasa - afferma la Ciarambino - un alloggio su quattro non viene assegnato per mancata manutenzione. Possiamo ristrutturarli sfuttrando gli strumenti messi a disposizione dal Governo, come l'ecobonus e e il sisma bonus. Inoltre, la Regione possiede 1.200 fabbricati, di cui soli una novantina dati in affitto, a prezzi ridicoli. I restanti sono inutilizzati". 

La candidata 5 Stelle ha presentato l'iniziativa nel Parco Troisi di San Giovanni a Teduccio, periferia Est di Napoli, una delle zone con la più alta concentrazione di case popolari. La stragrande maggioranza, però, risale alla metà degli anni '80 e versa in condizioni di degrado: "Comune e Regione, in questi 5 anni, non hanno mosso un dito sulla questione casa" il commento della Ciarambino.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento