Lavastoviglie: a cosa fare attenzione prima di comprarla

Molti i nuovi modelli, ma non tutti fanno per chiunque

C'è sicuramente la lavastoviglie tra gli elettrodomestici cui sempre meno persone sono disposte a rinunciare, a prescindere dalla grandezza della cucina e dal numero di familiari o di pasti preparati e consumati in casa.

I modelli

Le lavastoviglie comunemente in commercio si distinguono in:

  • standard: dimensioni 80x60x60 cm per un massimo di 14-16 coperti. Sono ideali per le famiglie
  • slim: utili se lo spazio è poco o la famiglia poco numerosa. Le dimensioni medie sono 80x45x60 cm per un massimo di 8-10 coperti
  • compatte: a incasso o a libera installazione, possono essere posizionate anche sul piano di lavoro e sono ideali per chi vive da solo. Lavano fino a 4-6 coperti

Lavastoviglie: a incasso o a libera installazione?

Le lavastoviglie a libera installazione sono ideali per le cucine ampie o per le abitazioni in cui la zona-lavoro è separata dal tinello; quelle a incasso si integrano nei mobili parzialmente, mantenendo i comandi a vista, oppure completamente, a scomparsa, coperte da un pannello uguale alle ante della cucina 

I programmi indispensabili

I programmi sono fondamentali per il corretto utilizzo della lavastoviglie:

Standard

Solitamente avviene ad alte temperature e comprende anche prelavaggio e asciugatura. E' per pentole e stoviglie particolarmente sporche.

Baby care

Presente sui modelli più sofisticati, è pensato per la salute dei bambini. Con questo tipo di programma oltre a piatti e bicchieri, è possibile anche sterilizzare giocattoli e accessori.

Quotidiano

Per stoviglie mediamente sporche, non comprende prelavaggio e il ciclo dura meno, consentendo di risparmiare in termini di consumo.

Cristalli

Hanno bisogno di attenzioni particolari perché devono essere brillanti e privi di aloni: questo ciclo di lavaggio è a bassa temperatura, come anche l'asciugatura .

Breve

Non dura più di 30 minuti, è adatto a stoviglie poco sporche e non include l’asciugatura.

Eco

Per stoviglie mediamente sporchi, utilizza temperature inferiori e meno acqua.

Mezzo carico

I modelli più nuovi sono dotati di sensori che riconoscono il carico e adeguano automaticamente la quantità di acqua, riducendo notevolmente il consumo idrico.

Silenzioso

Consente di azionare il lavaggio anche di notte quando le tariffe dell’energia sono più basse. E' adatto a piatti mediamente sporchi, perché il getto d’acqua è meno potente.

Partenza ritardata

Consente di scegliere l’orario idi inizio del ciclo di lavaggio e quindi di azionare la lavastoviglie anche se non si è a casa.

Gli extra

Il più delle volte pensiamo che le lavastoviglie sono caratterizzate solo dal numero dei coperti e dai programmi, in realtà hanno anche altre funzioni che le rendono più efficienti come:

  • Cestelli regolabili: sono dotati di leve che permettono di alzare e abbassale il cesto per facilitare l’inserimento di pentole e padelle
  • Asciugatura a Zeolie: alcuni modelli di ultima generazione hanno all’interno questo particolare programma che raccoglie l’umidità della vasca rilasciando il calore per facilitare l’asciugatura di piatti o bicchieri
  • Display digitale:  informa sullo stato del programma e su eventuali problemi dell’elettrodomestico
  • Illuminazione a led: illumina l’interno della lavastoviglie per avere una visione migliore
  • Spegnimento automatico: la lavastoviglie si spegne alcuni minuti dopola fine del ciclo di lavaggio, riducendo i consumi di energia
  • Sistema wi-fi: alcuni modelli di ultima generazione si collegano a smartphone e tablet e possono così essere utilizzati anche da remoto

Prodotti online

Lavastoviglie da incasso

Lavastoviglie libera installazione

Lavastoviglie scomparsa totale

Mini lavastoviglie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In vendita a Capri la villa di Christian De Sica

  • Napoli: il mercato immobiliare frena più che nel resto d'Italia. Le quotazioni delle diverse zone

  • Parco del Gasometro si farà e sarà fruibile entro quest'estate

  • Voltura e subentro: qual è la differenza e cosa sapere

  • Come trasformare una finestra in balcone è il sogno di molti. Ecco come fare

  • Insetti di primavera: tutto quello che non sai

Torna su
NapoliToday è in caricamento