Inizia il periodo dei termosifoni accesi: 10 consigli per risparmiare

L'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie ENEA propone dieci consigli per riscaldare al meglio le proprie abitazioni, evitando sprechi e brutte sorprese in bollette

Da domani 15 novembre inizia la stagione dei riscaldamenti nella fascia climatica C, che comprende Napoli. L'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie ENEA propone dieci regole, dieci consigli per riscaldare al meglio le proprie abitazioni, evitando sprechi e brutte sorprese in bollette. 

Effettuare la manutenzione degli impianti. È la regola numero uno, sia per motivi di sicurezza che per evitare sanzioni. Chi non effettua la manutenzione del proprio impianto rischia una multa a partire da 500 euro (DPR 74/2013). Inoltre, un impianto ben regolato consuma e inquina meno.

Controllare la temperatura degli ambienti. Scaldare troppo la casa fa male alla salute e alle tasche: la normativa consente una temperatura fino a 22 gradi, ma 19 gradi sono più che sufficienti a garantire il comfort necessario. Inoltre, per ogni grado abbassato si risparmia dal 5 al 10% sui consumi di combustibile.

Attenti alle ore di accensione. Il tempo massimo di accensione giornaliero è indicato per legge e cambia a seconda delle 6 zone climatiche in cui è suddivisa l’Italia. Si va  dai comuni in fascia “E”, Nord Italia e Appennino, dove gli impianti possono essere accesi dal 15 ottobre al 15 aprile fino ad un massimo di 14 ore al giorno, ai comuni in fascia “B”, Sud Italia e Isole, con i riscaldamenti che possono essere accesi dal 1 dicembre al 31 marzo per un massimo di 8 ore giornaliere.

Installare pannelli riflettenti tra muro e termosifone. È un “trucco” semplice, ma molto efficace per ridurre le dispersioni di calore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Schermare le finestre durante la notte. Chiudendo persiane e tapparelle o mettendo tende pesanti si riducono le dispersioni di calore verso l’esterno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Idrocoltura: farla a casa conviene

  • I ventilatori affidabili per rinfrescare ogni ambiente della casa e dell'ufficio

Torna su
NapoliToday è in caricamento