Vomero

Vomero: occorre ripristinare le strisce pedonali

E' uno degli aspetti che desta più preoccupazione anche per i presumibili effetti che potrebbe causare, in special modo per i pedoni

“ E’ uno degli aspetti che desta più preoccupazione anche per i presumibili effetti che potrebbe causare, in special modo per i pedoni  – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Al Vomero sovente si registra che, anche a seguito di lavori manutentivi effettuati sulle carreggiate, non si provveda poi a ripristinare le strisce pedonali, all’altezza degli attraversamenti, segnalati peraltro dalla presenza degli scivoli per diversamente abili oltre che da impianti semaforici “.

         “ Un esempio classico di questa situazione si riscontra nella centralissima via Scarlatti, all’altezza dell’incrocio con via Mattia Preti – puntualizza Capodanno –. In quest’ultima strada, tempo addietro, sono stati eseguiti lavori di manutenzione ma da allora le strisce zebrate, che pure esistevano all'altezza dell'impianto semaforico, al fine consentire l’attraversamento dei pedoni, non sono state più ripristinate, con conseguenze immaginabili “.

         “ Ma questa stato di cose - prosegue Capodanno - si riscontra, nell'ambito della municipalità collinare, in molte altre strade e piazze dove le strisce pedonali o sono scomparse del tutto o sono talmente sbiadite da essere oramai quasi invisibili “.

         Capodanno sollecita gli uffici comunali competenti affinché, dopo una ricognizione sull'intero territorio municipale, vengano ripristinate tutte le strisce pedonali, laddove mancanti o sbiadite.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento