Vomero

Vomero: basta con i motocicli sui marciapiedi e ai confini delle aree pedonali

Bisogna intensificare la vigilanza e inasprire le sanzioni

“ Una delle piaghe che negli ultimi affligge il capoluogo partenopeo e certamente l'invasione dei motocicli in sosta sui marciapiedi i quali, invece, dovrebbero essere destinati esclusivamente al transito pedonale – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni denuncia questo stato di cose -. In alcuni quartieri della Città, come al Vomero, tra buche onnipresenti, occupazioni di suolo abusive e ciclomotori perennemente parcheggiati o, in qualche caso, addirittura in movimento, i pedoni per muoversi devono trasformarsi in perfetti slalomisti. La situazione purtroppo peggiora di giorno in giorno, senza che, nonostante le numerose segnalazioni al riguardo, si assumano i provvedimenti del caso con controlli costanti e continui da parte degli addetti alla vigilanza urbana “.

            “ Particolarmente interessati dal fenomeno sono gli assi e le piazze principali ma la situazione è diffusa un poco dappertutto. Al riguardo è stato realizzato un vero e proprio dossier fotografico. Il problema si verifica purtroppo anche ai varchi delle isole pedonali, dove i motocicli vengono perennemente parcheggiati anche su più file, ostacolando tra l'altro l'accesso pedonale “.

“ Eppure, proprio al Vomero, negli ultimi tempi sono state disegnate numerose rastrelliere sulle carreggiate con spazi di sosta, delimitati da strisce bianche, destinati esclusivamente ai motocicli  - prosegue Capodanno -. In verità si osserva un atteggiamento diffuso d’indisciplina da parte dei guidatori delle due ruote, visto che ognuno vorrebbe parcheggiare dove meglio ritiene, anche sulle strisce blu destinate esclusivamente agli autoveicoli, ignorando palesemente le norme del codice stradale  “.

            “ A questo punto – propone Capodanno – per risolvere il problema e combattere gli abusi andrebbe istituita in ogni municipalità, almeno una squadra di vigili dedicata esclusivamente alla lotta contro questi abusi i quali, tra l’altro, potrebbero mettere a repentaglio anche l’incolumità dei pedoni. Inoltre occorrerebbe incrementare le sanzioni. Altri deterrenti rispetto al preoccupante fenomeno potrebbero essere l’apposizione delle ganasce e la possibilità di sottrarre punti alla patente di guida “.

            Sulla questione Capodanno chiede l’intervento delle massime autorità cittadine per la messa in campo di provvedimenti operativi, tesi ad eliminare gli abusi denunciati e a garantire il rispetto delle normative al riguardo vigenti. Auspica altresì l’intervento sulla vicenda anche della Magistratura, pure in relazione all'eventuale mancanza delle necessarie quanto opportune attività tese a stroncare il grave crescente fenomeno.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento