rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022

Opinioni

Vomero

A cura di Gennaro Capodanno

Vomero: altro che notte bianca, qui la notte è sempre più nera!

Centinaia di foto all’hastag #notteneravomero per denunciare il degrado

            Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione del Vomero, promotore sul social network Facebook dell’evento: “ Vomero: No alla notte bianca. Riparate le strade e restituiteci un quartiere decente! “ al link: https://www.facebook.com/events/965780300104950/ , che già conta oltre 9.000 invitati in sole 24 ore, rilancia l’hastag #notteneravomero, con centinaia di foto che denunciano i tanti problemi che affliggono il quartiere, dalle strade piene di buche ed avvallamenti, a partire dalla Ztl in via Luca Giordano, da dove, in questi giorni, è partita la protesta dei commercianti, alle tante fossette per gli alberi vuote da tempo.

            “ Proprio oggi, mentre l’isola pedonale di via Scarlatti era affollata da centinaia di persone richiamate dalla bella giornata, un tronco d’albero giaceva per terra dinanzi ad una panchina – afferma Capodanno -. Invece di provvedere a rimuoverlo, come sarebbe stato opportuno, lo hanno transennato, come se fosse un reperto archeologico, con tondini di ferro e strisce di plastica colorate “.

            “ Basta non ne possiamo più – continua Capodanno -. Questo degrado deve finire. I nostri amministratori non possono pensare d’indorare l’amara pillola, che tra l’altro sta producendo la chiusura di decine di aziende che hanno costituito da sempre il tessuto economico portante del quartiere, con qualche festa di piazza che lascia le cose come prima, anzi, per certi versi, le peggiora. I soldi dei cittadini vanno investiti per cose importanti, come appunto riparare le strade e ripiantare le alberature morte o abbattute “.

            “ Per questo confermiamo un secco no alla notte bianca – puntualizza Capodanno -. Nei prossimi giorni organizzeremo una serie di eventi, il primo dei quali proprio nella Ztl di via Luca Giordano, per chiedere d’investire i soldi stanziati per la notte bianca, compresi quelli necessari per pagare gli straordinari, per riparare subito le strade del quartiere, che mietono ogni giorno decine di vittime, tra le quali di recente una bambina, caduta in una fossetta d’albero vuota in via Scarlatti, che stava lì da almeno due anni, senza che si provvedesse ad eliminare l’evidente pericolo “.

            “ Chiediamo ai commercianti del Vomero – prosegue Capodanno – di non aderire all’iniziativa, chiudendo normalmente i propri esercizi, anche perché, a parte i “bancarellari” che nell’edizione precedente l’hanno fatta da padroni, con lauti incassi al nero, vendendo prodotti alimentari in discutibili condizioni igienico-sanitarie,  nessun vantaggio per le vendite ne potranno ricavare se non rimetterci le spese per il personale e per i servizi, anche perché nessun incentivo è previsto al momento per chi dovesse decidere di rimanere aperto oltre il normale orario “.

Si parla di

Vomero: altro che notte bianca, qui la notte è sempre più nera!

NapoliToday è in caricamento