Vomero

Tagli nel trasporto pubblico: amministrazione silente, sabato il flash mob

Crescono le adesioni per l'iniziativa che si terrà a Piazza Fuga il 13 novembre alle 12. Si protesta contro l'annunciata riduzione degli orari di servizio sia nel trasporto su ferro che su quello su gomma di vitale importanza per la città

 Nel mentre crescono le adesione al flash-mob che si svolgerà sabato prossimo alle ore 12,00 in piazza Fuga, dinanzi alla stazione superiore della funicolare Centrale nel presentarla stamani l’iniziativa, è stato rilevato ancora una volta il preoccupante silenzio dell’amministrazione comunale su di un tema, quello dell’annunciata riduzione degli orari di servizio sia nel trasporto su ferro in quello su gomma, di vitale importanza per ll sviluppo della Città.

            Ci domandiamo, come si fa a coniugare la volontà di pedonalizzare ampie zone, per contrastare l’inquinamento determinato dal traffico veicolare, specialmente in aree come il Vomero, e contestualmente accettare supinamente che funicolari, metrò e mezzi su gomma chiudano i battenti alle 22,00, quando molti lavoratori, impegnati in turni serali, devono ancora fare rientro nelle proprie abitazioni, mentre c’è chi si appresta a godere delle opportunità di svago che offre la notte partenopea, tra ristoranti, sale cinematografiche e teatrali e, più in generale, locali per intrattenimento.

            Di fronte a questo stato di cose non ci resta che protestare, stando dalla parte dei cittadini. Il flash-mob sarà la prima manifestazione, ma altre ne organizzeremo a breve per contrastare qualsivoglia taglio in settori fondamentali che riguardano i servizi sociali, a partire, appunto, dal trasporto pubblico.

            Illustrate le modalità con le quali si svolgerà la manifestazione di sabato.

Ad un segnale tutti i partecipanti si “congeleranno” rimanendo fermi con lo sguardo esterrefatto e preoccupato puntato verso l’orologio posto nella sala antistante a quella dei viaggiatori, in assetto di corsa o aggrappati alle porte della stazione della funicolare, come se non volessero farle chiudere, con una coreografia che simula ciò che potrebbe accadere laddove si anticipasse la chiusura dell’impianto ai viaggiatori appiedati dall’anticipato fermo. Dopo una manciata di minuti, ad un secondo segnale si riprenderà l’assetto abituale. L'azione sarà ripetuta un paio di volte, in concomitanza dell'uscita dei passeggeri. Al riguardo è stato rivolto l’invito ai partecipanti  a studiare anticipatamente una posa da assumere a loro scelta.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento