rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

Opinioni

Vomero

A cura di Gennaro Capodanno

Provincia di Napoli: 10mila euro al mese per il capo di gabinetto

...e poi si parla di tagli al costo della politica

 

            Dopo lustri di governo del centrosinistra a Napoli ed in Campania, il centrodestra si è imposto alle ultime elezioni provinciali e regionali facendo leva, nei suoi programmi elettorali, tra l’altro, sulla necessità di abolire le spese inutili, con tagli da effettuare innanzitutto sui cosiddetti costi della politica. Alle parole, però, non sono seguiti i fatti, nonostante lo stato di dissesto, conclamato, delle finanze degli enti locali. Mi riferisco, in particolare, all’ultimo episodio, vale a dire alla nomina del nuovo capo di gabinetto del presidente della Provincia di Napoli. Non mi soffermo sulle modalità dell’avviso pubblico ufficializzato il 3 agosto, con scadenza 15 giorni dopo, quindi a cavallo di ferragosto, né sul fatto che la persona assunta sia stata rinviata a giudizio per abuso d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta legata all’emergenza rifiuti in Campania, ma pongo in evidenza il dato che, invece di utilizzare per tale incarico le tante professionalità interne, a costo zero, sicuramente presenti tra il numeroso personale della Provincia partenopea, si sia scelta la strada, di assumere una persona dall’esterno, che per sei mesi, salvo proroga, riceverà una retribuzione di ben 58mila euro, pari a poco meno di 10mila euro al mese.

 

Gennaro Capodanno

Si parla di

Provincia di Napoli: 10mila euro al mese per il capo di gabinetto

NapoliToday è in caricamento