Vomero

No alle manifestazioni spettacolari in piazza Vanvitelli

Bisogna tener conto delle esperienze pregresse ed evitare così il ripetersi di problemi che già si sono presentati in passato, con ripercussioni sul già asfittico traffico nel quartiere collinare e, più in generale, sulla vivibilità, anche in considerazione del rispetto della quiete pubblica in aree a forte densità abitativa, considerando che tali manifestazioni, che si svolgono dalle ore 21 in poi, sono in genere connesse a musica ad alto volume, che si propaga nelle abitazioni dei residenti, che d’estate, anche per attutire gli effetti del caldo, lasciano aperti gli infissi esterni

 

“ Nell’ultimo decennio, da quando in pratica è nata l’isola pedonale di via Scarlatti, sia quest’ultima strada che la limitrofa piazza Vanvitelli, sono state sovente utilizzate per le manifestazioni più varie che prevedono l’allocazione di palchi e strutture con ulteriore congestione della viabilità sia pedonale che veicolare, in un quartiere che presenta già notevoli problemi sotto questo aspetto – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero -. Non fa eccezione la manifestazione che si svolgerà proprio in piazza Vanvitelli domani sera ( n.d.r. domenica 22 luglio ) e per la quale già stamani era cominciata l’installazione del palco ( foto allegata ) “.

 

         “ Peraltro – continua Capodanno -, non bisogna dimenticare che nell’area della piazza interessata insistono la fermata dell’ANM, quella dei taxi e l’ascensore per diversamente abili a servizio della stazione della linea 1 della metropolitana, con i relativi posti auto riservati “.

 

         “ Ritengo che, per questo tipo di manifestazioni, vadano utilizzati spazi che meglio si prestano allo scopo, come il piazzale di San Martino, un ampio slargo pedonalizzato dove peraltro si può godere una delle più belle vedute del golfo di Napoli e che certamente per la sua allocazione decentrata non presenta particolari problemi di traffico “.

 

         Capodanno rivolge un appello agli organizzatori e all’amministrazione comunale affinché vogliano tener conto delle esperienze pregresse ed evitare così il ripetersi di problemi che già si sono presentati in passato, con ripercussioni sul già asfittico traffico nel quartiere collinare e, più in generale, sulla vivibilità, anche in considerazione del rispetto della quiete pubblica in aree a forte densità abitativa, considerando che tali manifestazioni, che si svolgono dalle ore 21 in poi, sono in genere connesse a musica ad alto volume, che si propaga nelle abitazioni dei residenti, che d’estate, anche per attutire gli effetti del caldo, lasciano aperti gli infissi esterni.

 

Piazza_Vanvitelli_palco-3

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento