Vomero

No ai bus al posto delle funicolari

Il servizio va garantito fino alle 0,30

 

Dal flash-mob in piazza Fuga che ha visto sabato scorso la partecipazione di circa 300 persone è emerso un chiaro e netto no alla chiusura anticipata delle funicolari di Chiaia e Centrale. Oggi con un altrettanto  secco no rispondiamo alla proposta ventilata in una riunione tenutasi in questi giorni di sostituire il servizio della funicolare dalle 22,00 in poi con i bus, annunciando nuove iniziative di protesta al riguardo.

            Acclarato il taglio che la Regione Campania ha operato nel trasferimento dei fondi necessari al Consorzio Campani, a Metronapoli e all’ANM, pensiamo che le soluzioni da porre in atto, per mantenere gli attuali orari di servizio sia per il trasporto su ferro che per quello su gomma siano altre rispetto a quelle prospettate “.

            Innanzitutto va osservato che i mezzi su gomma che dovrebbero sostituire le corse soppresse della funicolare di Chiaia, laddove si riuscisse a garantire il funzionamento della Centrale, si bloccherebbero, specialmente nei fine settimana, nel caos della movida dei quartieri Vomero e Chiaia. Inoltre i costi di questa operazione, a mio avviso, sono molto superiori a quelli necessari per garantire il servizio delle funicolari che, essendo dotate di sistemi di controllo elettronici, non necessitano di tanto personale.

            In ultima analisi si potrebbe valutare anche la possibilità di apportare un piccolo ritocco al costo del ticket, negli orari successivi alle 22,00 in modo da garantire comunque il trasporto su ferro.

            Comunque, prima di ogni decisione, occorre fare un’attenta analisi sulla base degli elementi che devono essere forniti dalle azienda interessate, per valutare gli effettivi costi del servizio e decidere sul da farsi.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento