Vomero

Il Parco Mascagna delle meraviglie: ora spunta l'aiuola di plastica

Niente più semine, innaffiamento e falciatrici, addio a fiori spontanei e all'odore tipico dell'erba appena tagliata: il prato sintetico fa la sua comparsa. La novità che potrebbe presto estendersi fa discutere

 

 

 

Storia emblematica e complessa quella del parco Mascagna, già giardini di via Ruoppolo. Per anni in passato abbandonata, successivamente utilizzata in parte per uno dei tanti cantieri per la realizzazione del metrò collinare, quest’area a verde - fiore all’occhiello poi di quanti, anche in campagna elettorale, vantarono di averla salvata da presunta morte per l’annunciata costruzione di un parcheggio interrato mai realizzato - si è trovata più di recente oggetto di costosi lavori di manutenzione, con tanto di recinzione, per restituirla alla pubblica fruizione.

 

In questi giorni la svolta, non certo positiva, per la quale in uno dei pochi polmoni a verde pubblico dell’area collinare, le cui aiuole brulle erano oramai  ridotte ad un ammasso costipato di terreno senza un filo d’erba, ha fatto la sua non gradita comparsa il prato sintetico. Una scelta che al momento riguarda solo un’aiuola ma che potrebbe estendersi in futuro anche alle altre.

 

Dunque niente più semine, innaffiamento e falciatrici. Niente fiori spontanei e quadrifogli. Scompare anche l’odore tipico dell’erba appena tagliata. Basterà un aspirapolvere o un’idropulitrice ed il gioco è fatto: verde sintetico per tutto l’anno, facilitando anche il lavoro dei giardinieri.

Di questo passo, non è escluso che nella prossima giunta comunale possa comparire una nuova figura, quella dell’assessore al “verde pubblico sintetico “, il cui compito sarà quello evidente di ridurre il già scarso patrimonio di verde pubblico naturale a disposizione dei napoletani, costretti a respirare sempre più gas inquinanti.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento