Lunedì, 17 Maggio 2021

Opinioni

Vomero

A cura di Gennaro Capodanno

NAPOLI, CITTA’ DAL MULTIFORME INGEGNO E DAGLI INFINITI SPRECHI

Dal canguro all'essere umano...il cammino è lungo!

 

 

 

Vi ricordate le strisce pedonali hi-tech disegnate il 2 giugno scorso in piazza degli Artisti al Vomero? Quelle per intenderci che s’imbattevano sulle auto regolarmente parcheggiate lungo il marciapiede nelle strisce blu, interrompendosi dunque in mezzo alla carreggiata? Ipotizzammo che i canguri australiani fossero sbarcati a Napoli e che fossero state disegnate le strisce per…canguri. Sono passati quindici giorni ed un primo passo avanti, dopo la figuraccia sottolineata anche sugli organi d’informazione, è stato fatto. A seguito delle segnalazioni, gli uffici competenti hanno provveduto a far cancellare le strisce blu nel tratto di carreggiata corrispondente alle strisce zebrate non ancora apposte. Adesso bisognerà convincere gli automobilisti che in quel tratto non possono più parcheggiare ed infine mettere le strisce zebrate mancanti per consentire ai pedoni un tranquillo attraversamento. Domanda: ma non si poteva concordare tutto prima, così da togliere prima le strisce blu e sistemare dopo le strisce zebrate da un marciapiede ad un altro. Risposta: eh no! Perché così non saremmo stati a Napoli ma in una qualunque altra città del mondo, dove, prima di procedere ad effettuare un lavoro pubblico, si mettono in campo tutte le attività preliminari, ai fini di ottimizzare risorse e mezzi economici.

 

Gennaro Capodanno

gennarocapodanno@gmail.com

 

 

 

Piazza_degli_Artisti_ieri_oggi-3

Si parla di

NAPOLI, CITTA’ DAL MULTIFORME INGEGNO E DAGLI INFINITI SPRECHI

NapoliToday è in caricamento