Vomero

Vomero: nel 1949 nasce il giornale "il broccolo"

Una vera e propria chicca per gli amici appassionati della storia del Vomero. Una pagina del giornale "Il Broccolo", con la descrizione, di quello che veniva indicato come "settimanale letterario umoristico", tratta dal libro: "C'era una volta il Vomero", scritto da Sergio Zazzera, vomerese, magistrato e giornalista

Una vera e propria chicca per gli amici appassionati della storia del Vomero. Una pagina del giornale "Il Broccolo",  con la descrizione, di quello che veniva indicato come "settimanale letterario umoristico", tratta dal libro: "C'era una volta il Vomero", scritto da Sergio Zazzera, vomerese, magistrato e giornalista. Buona lettura.

Gennaro Capodanno

Il Broccolo

" All'incirca, mezzo secolo fa, quando il grigio del cemento non aveva ancora sopraffatto il verde dei broccoli, furono proprio essi a divenire il simbolo di una testata vomerese - Il broccolo, per I’appunto - ch’ebbe vita, forse, non troppo lunga, ma, sicuramente, felice.

Erano i primi del 1949 - i tempi del Napoli allo stadio (allora) Littorio e del verde a Camaldolilli - e ricordo le riunioni che si svolgevano, talvolta, anche a casa mia, tra l’avvocato Ugo Ragni, il commercialista Guido del Gaudio, il funzionario di banca Luigi (Gino) Apa e mio padre, per decidere I’assetto del nuovo periodico.

II 12 febbraio fu in edicola il primo numero, firmato - come tutti gli altri - da Ugo Ragni, la cui principale attrattiva era costituita da una vistosa caricatura di Gino Apa, alla quale era collegato un concorso fra i lettori; nella testata spiccava un gigantesco broccolo che nascondeva, in parte, il forte di Sant’Elmo.

Parecchi altri numeri fecero seguito al primo; i pezzi era­no firmati, oltre che dai fondatori, da autori che rispondevano ai nomi di Enzo Armenio, Giovanni Pema, Ernesto Raffaele, Maria Rivieccio Zaniboni, Luigi Rumboldt, Pasquale Ruocco (e scusate se è poco...). I temi erano i più vari e spaziavano dalla storia della collina, alle sue tradizioni, ai personaggi che avevano scelto d’abitarvi, ai problemi del quartiere, ancora giovane e non toccato dalla devastazione urbanistico-edilizia, con tutte le sue conseguenze. La pubblicità, che segnalava gli esercizi commerciali più accorsati del quartiere, dal bar Daniele, alla cartoleria Basile, alla salumeria “La Milanese", era curata proprio da mio padre, che ne aveva il pallino.

Col numero del 19 novembre, il periodico cambio testata, divenendo Belvedere; rimasero, pero, immutati collaboratori e contenuti; non furono, tuttavia, ancora molti i numeri che apparvero in edicola e la pubblicazione cesso nel corso dell'anno successivo ".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giornale-Il-Broccolo-2-3

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento