Vomero

Vomero: tante le fonti d'albero vuote nel quartiere. In via Merliani i rami ostruiscono il passaggio dei pedoni

Sono sempre più in aumento le voci che, da tempo, si sollevano dagli abitanti del quartiere collinare del Vomero per chiedere che le tante fonti d'albero ancora vuote vengano riempite con nuove essenze arboree, senza che però gli uffici competenti provvedano a quanto richiesto

" Sono sempre più in aumento le voci che, da tempo, si sollevano dagli abitanti del quartiere collinare del Vomero per chiedere che le tante fonti d'albero ancora vuote vengano riempite con nuove essenze arboree, senza che però gli uffici competenti provvedano a quanto richiesto - afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari. Un'esigenza che in questi giorni di caldo canicolare si fa ancora di più avvertire, dal momento che gli alberi, con le loro chiome, offrono oasi di ristoro e di frescura ai passanti ".

            " In molti casi - puntualizza Capodanno - addirittura nella fonte è ancora presente il ceppo o il solo fusto del vecchio albero abbattuto, che andrebbero invece rimossi per fare spazio alle nuove alberature ".

            " Sintomatica poi la situazione che si verifica in via Merliani, sul marciapiede antistante la facciata posteriore di un edificio scolastico  - sottolinea Capodanno -. I rami, spuntati dalla ceppaia, con le loro foglie hanno invasi sia la carreggiata che il marciapiede, al punto da rendere quest'ultimo impraticabile, ostacolando il passaggio dei pedoni. Ma non si tratta né del primo caso né, perdurando questo stato di cose, è destinato a rimanere l'ultimo ".

            " Purtroppo il Vomero attualmente è uno dei quartieri meno verdi d'Europa - continua Capodanno - e se non avessimo la fortuna di avere sul territorio il parco della Floridiana, anch'esso notoriamente afflitto da annosi problemi, di recente ancora una volta alla ribalta delle cronache,  la situazione sarebbe ancora peggiore. L'opera di cementificazione avvenuta circa mezzo secolo addietro ha eliminato le tante aree verdi che avevano fatto conoscere il Vomero come "quartiere dei broccoli", sostituendole con palazzoni di sette piani e oltre ".

            " In particolare - continua Capodanno - le alberature stradali, costituite per lo più da platani, sono affette da tempo da numerose patologie, a partire dal cosiddetto cancro rosa, che le hanno decimate, senza che in molti casi si provvedesse alla sostituzione, pure previa rimozione dalle fonti di ceppi e alberature morte ".

            " A peggiorare il quadro - afferma Capodanno - la mancanza da tempo dei necessari interventi di potatura, al punto che in diverse strade, come in via Scarlatti e in via Luca Giordano, le piante arrivano oramai all'altezza dei balconi e delle finestre delle abitazioni poste ai piani alti ".

            Capodanno sulla grave situazione che affligge il verde pubblico al Vomero richiama ancora una volta l'attenzione degli uffici competenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento