rotate-mobile
Storie&Controstorie

Opinioni

Storie&Controstorie

A cura di Mario Amitrano

Vomero

Vomero deserto (o quasi) nel penultimo sabato di quarantena

Folla e qualche assembramento di troppo solo nelle aree mercatali, nonostante gli accorgimenti dei commercianti

Vomero deserto, o quasi, nel penultimo sabato di quarantena. I cittadini, sia pur stanchi di dover continuare a restare tra le mura domestiche, ma felici per la riduzione del numero dei contagi, continuano a rispettare le norme governative e regionali, uscendo solamente per i casi di necessità

E così in giro per le strade principali, da via Luca Giordano a via Morghen, passando per via Scarlatti e Piazza Vanvitelli, senza dimenticare via Kerbaker, via Solimena, via Bernini o via Enrico Alvino, si incontrano quasi più rappresentanti delle forze dell'ordine che passanti. Gente se ne vede in pratica solamente in fila fuori ai tanti negozi e supermercati in zona.

Un po' più di "folla" solamente nel mercatino di Antignano, dove il distanziamento tra le persone è più difficile da rispettare, anche considerando gli spazi stretti a disposizione. Notevole comunque l'impegno dei vari commercianti per evitare la calca e gli assembramenti: aiutandosi con vari sistemi, dalle cassette di frutta al nastro adesivo, tutti cercano di far rispettare ai propri clienti le distanze di sicurezza, guardati a vista dai poliziotti in divisa in giro tra le bancarelle e i negozi. La quarantena è ormai agli sgoccioli. Il Vomero, come gli altri quartieri, ha voglia di ripartire e ripartirà a breve.  Le immagini che vedete sono state scattate e girate tra le 12 e le 13 di questo 25 aprile del quale ci ricorderemo a lungo. Una Festa della Liberazione unica e particolare.

Si parla di

Vomero deserto (o quasi) nel penultimo sabato di quarantena

NapoliToday è in caricamento