rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Storie&Controstorie

Opinioni

Storie&Controstorie

A cura di Mario Amitrano

Viaggio tra i ricordi di Diego

All'esterno dello stadio "Maradona" continua incessantemente l'omaggio dei tifosi del Napoli all'asso argentino

A distanza di 10 giorni dalla scomparsa di Diego Armando Maradona, continua incessantemente l'omaggio dei tifosi del Napoli all'esterno dello stadio a lui ormai dedicato.

Lo spazio antistante l'ingresso della Curva B è ormai diventato un'enorme, bellissima e impressionante distesa di ricordi e di emozioni.

Impossibile non commuoversi di fronte all'immenso amore del popolo napoletano (e non solo), tra striscioni, bandiere, sciarpe, magliette e chi più ne ha più ne metta. 

Colpiscono anche le poesie di tanti che per l'asso argentino hanno tirato fuori il meglio delle proprie passioni. 

Numerose anche le immaginette di persone decedute che evidentemente i parenti hanno voluto avvicinare a Maradona nell'eternità riposo.

La pioggia di questi giorni non ha ancora completamente rovinato l'enorme cumulo di memorabilia, ma non sarebbe una cattiva idea provvedere a conservare o almeno a preservare gli oggetti che per ora sono rimasti fuori lo stadio di Fuorigrotta

Colpisce anche la presenza della maglia di un arbitro lasciata da un anonimo appartenente alla sezione napoletana dell'AIA, l'associazione di categoria. 

Impossibile, tra lumini, sciarpe, poesie, bandiere, cappelli, parastinchi, pantofole (si, anche pantofole, ma non chiedeteci il perché), magliette, fiori, palloni ed altro, scegliere il ricordo più emozionante. 

A chi scrive un sussulto in più lo ha provocato una bandiera sulla quale una mano anonima ha scritto: "Ciao, Diego. Salutami papà".

Si parla di

Viaggio tra i ricordi di Diego

NapoliToday è in caricamento