Venerdì, 19 Luglio 2024
Storie&Controstorie

Storie&Controstorie

A cura di Mario Amitrano

"Finalmente": amarezza per la scritta sulla saracinesca del salumiere-coraggio

La storia di Ciro Scarciello nei giorni scorsi aveva fatto il giro del web

E' il 5 agosto, e a Napoli si sfiorano i 40 gradi. In strada la gente pensa solamente a come fare per trovare un po' di fresco da qualche parte. Eppure, passando davanti a quella saracinesca abbassata, nella zona della Duchesca, una scritta colpisce anche il più accaldato dei passanti... Qualcuno ha voluto infierire su Ciro Scarciello e sulla sua storia. Qualcuno, con quella scritta così eloquente e significativa ("Finalmente"), sembra aver voluto manifestare tutta la sua felicità per l'addio del salumiere-coraggio, la cui storia in breve tempo aveva fatto il giro del web.

Scarciello aveva denunciato il vergognoso stato di degrado della Duchesca, uscendo allo scoperto quando nel mese di gennaio una bambina era stata colpita da un proiettile vagante proprio nei pressi del suo negozio nel corso di una sparatoria. Dopo le prime manifestazioni di solidarietà, attorno a lui era calato il silenzio, i clienti erano diminuiti e Ciro aveva deciso di gettare la spugna. Quando abbiamo scattato la foto, quella scritta è stata un pugno allo stomaco, al volto, dappertutto. Impossibile non indignarsi. E infatti il web, almeno quello, lo sta facendo.

"Questa foto identifica la vera munnezza di Napoli", scrive Alfredo, mentre Salvatore va giù pesante: "Feccia umana! Spero che sappiate cosa vuol dire feccia.".  E non è un mistero immaginare cos'altro stava per scrivere l'anonima mano su quella saracinesca abbassata prima di essere costretta a desistere, probabilmente, dal passaggio di qualcuno: "Finalmente ti sei..."

Si parla di
"Finalmente": amarezza per la scritta sulla saracinesca del salumiere-coraggio
NapoliToday è in caricamento