Storie&Controstorie

Storie&Controstorie

"Facciamo Festa Insieme" giunge alla 24^ edizione

Grande pubblico nella Parrocchia della Rotonda all'Arenella per la manifestazione voluta dal Parroco Salvatore Fratellanza e presentata per il settimo anno consecutivo da Guglielmo Capasso

Puntuale, come ogni anno, “Facciamo festa insieme”, il tradizionale appuntamento che si svolge nella terza settimana di giugno nella Parrocchia di Santa Maria della Rotonda, in via Undici Fiori del Melarancio, a Napoli. Giunta ormai alla 24^ edizione, la festa è stata presentata per il settimo anno consecutivo (un record) da Guglielmo Capasso, attore di teatro e televisione, da sempre il vero “mattatore” della serata, con l’aiuto della giovane Linda, scherzosamente soprannominata “Belèn” per la sua somiglianza con la show-girl argentina.  Il tutto sotto l’occhio vigile e attento dello storico organizzatore, il Parroco Salvatore Fratellanza, che ogni anno regala ai suoi parrocchiani una serata di divertimento all’insegna dell’allegria, dei canti e dei balli. “Quando si fa festa insieme –dice padre Salvatore-  si vive la gioia di vivere come fratelli e sorelle. Sono contento che ogni volta qui in Parrocchia ci sia sempre un’enorme affluenza”. La festa, dopo l’esperienza di tre anni fa, quando la manifestazione si era tenuta nel vicino parco di via Dell’Erba, si è svolta domenica 18 giugno nella sede abituale, e cioè nel cortile grande della parrocchia. Oltre trecento gli spettatori. Il presentatore Capasso, come sempre, ha dato vita a una lunga serie di gag, e come sempre è riuscito a strappare applausi a ripetizione al pubblico che lo segue ed apprezza da anni. Applausi anche per la sua trascinante interpretazione di “Andamento lento”, un pezzo di Tullio De Piscopo ascoltando il quale il pubblico si è scatenato. “Sono molto contento del fatto che padre Salvatore –dice Capasso- abbia voluto riconfermarmi. Sono molto affezionato e legato a questa manifestazione”. Nel corso della serata, per la cui sicurezza ha lavorato una pattuglia della Polizia Municipale e una rappresentanza della Protezione Civile,  ci sono state numerose esibizioni, e cioè quelle in particolare dei giovani della parrocchia, che si sono scatenati in balli e canti, oltre a un angolo dedicato alla poesia. Nella passata edizione, sul finire della serata, tra il pubblico si materializzò anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che si prestò volentieri al rito delle foto con il pubblico e i bambini presenti. Alla fine della serata la classica lotteria di beneficenza, con tanti vincitori ai quali sono andati i premi offerti dai numerosi commercianti della zona e le torte preparate dalle parrocchiane esperte di cucina. Applausi per l’attesissimo discorso del Parroco, che non ha mancato di ringraziare, oltre che il conduttore, anche i numerosi volontari che, dietro le quinte, hanno consentito la buona riuscita della festa. Nelle scorse edizioni sul palco erano saliti numerosi attori, comici e cantanti anche di fama nazionale, come Gino Rivieccio, Salvatore Gisonna e Giorgio Gori, oltre ad Elena e Dante Maggio, eredi della storica dinastia, ed al seguitissimo tenore Luciano Capurro.

Storie&Controstorie

" Storie e storielle. Fatti e fattacci. Il bello e il brutto. Insomma, un po' di Napoli. Mario Amitrano 50 anni, napoletano d.o.c., giornalista ""da sempre"". "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento