Storie&Controstorie

Storie&Controstorie

Lungomare: che fine hanno fatto i dissuasori anti-terrorismo?

Erano stati collocati all'indomani della strage di Nizza

Che fine hanno fatto i dissuasori anti-terrorismo sul Lungomare di Napoli?

Sono in tanti a chiederselo, in particolare a Piazza Vittoria, all'altezza della Colonna Spezzata. 

Furono posizionati all'indomani in particolare della strage sul Lungomare di Nizza: sulla strada rimasero decine e decine di morti, e la paura arrivò anche a Napoli. Nel capoluogo vennero collocate fioriere e dissuasori in modo da rendere molto difficoltoso un'eventuale intrusione da parte di mezzi guidati da folli e kamikaze. 

Con il tempo, passata la paura, le fioriere sono state spostate, e i dissuasori sono finiti sul marciapiedi. 

In pratica, sarebbe un gioco da ragazzi organizzare un attacco terroristico in queste condizioni. 

Abbiamo provato a chiedere spiegazioni ai militari presenti in zona, ma le loro risposte sono state generiche ed evasive, come quelle di qualche commerciante del posto.

In pratica, nessuno sa niente. Nessuno ha visto niente.  Come sempre.

Storie&Controstorie

" Storie e storielle. Fatti e fattacci. Il bello e il brutto. Insomma, un po' di Napoli. Mario Amitrano 50 anni, napoletano d.o.c., giornalista ""da sempre"". "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Resto sempre sostenitore dell’idea che il lungomare di Napoli e le deturpazioni che ha subito, rappresentino una delle peggiori espressioni dell’operato di chi ha preteso di amministrare la città a colpi di demagogia, ma a danno di tutto il resto, a cominciare da estetica e soprattutto funzionalità. E non si venga a parlare degli effetti sul turismo, perché quello c’è e ci sarebbe stato comunque.

Torna su
NapoliToday è in caricamento