Un futuro a 5 stelle

Beppe Grillo e Roberto Fico a Cava de' Tirreni per sostenere la raccolta delle firme del Movimento 5 stelle.

grillo cava de'tirreni.jpg

Cava de' Tirreni. Il tempo non è dei migliori, l’aria fredda e i frequenti scrosci di pioggia, rovinano la passeggiata serale del sabato cavese. Sotto i gazebi del Movimento 5 stelle, alcuni ragazzi raccolgono le ultime firme per consentire l’accesso alle elezioni a Roberto Fico, atteso a breve in città insieme a Beppe Grillo per promuovere la raccolta. Mancano ancora 300 sottoscrizioni, da Scafati dove il comico sta presentato il libro di Federico Bastiani, " A riveder le stelle - Come seppellire i partiti e tirar fuori l'Italia dal pantano", edito da Rizzoli e dedicato al Movimento 5 stelle, confermano appena 40 firme.


Una ragazza invita una coppia a firmare e un anziano incuriosito le domanda: «Ma che firme state raccogliendo?» Lei offre una breve spiegazione, poi indicando alcuni ragazzi dice: «Le firme le raccolgono loro, io non faccio parte. E’ per dargli un’opportunità». L’atteggiamento distaccato però, della maggioranza dei passanti nei confronti dei banchetti, rende in maniera lampante il quadro delle difficoltà che il Movimento deve attraversare. La stessa ragazza poco dopo, prenderà in spalla la telecamera di una operatore che chiederà di farsi riprendere con Grillo.


In molti l’interpretano come l’ennesima sbandata giovanile, di quei figli “degli altri” che facilmente vengono raggruppati nelle statistiche della domenica e di alcuni ministeri. Giudicati ad occhi chiusi come un manipolo violento ed eversivo al seguito di un “comico” avvezzo all’insulto. Sovversivi siano, con il loro ambizioso programma e il desiderio di sbrigliare quelle opportunità mercanteggiate in quindicennio di folle atrofia. Ben vengano, con le loro tecnologie, le conoscenze e la voglia di fare.


A fronte di una crisi rifiuti chiusa per decreto, il Movimento propone una raccolta differenziata porta a porta espansa a tutto il territorio, impianti di compostaggio e una seria riduzione di tutto il materiale “usa e getta” fino ad una drastica soluzione “Rifiuti zero”. Si scontra con il ritorno al nucleare avanzato da Pdl, sostenendo l’utilizzo di fonti alternative, solare, microeolico, geotermico, suggerisce alternative di coltivazione persino per i terreni inquinati attraverso la coltura acquaponica. In generale presenta un programma regionale di nove punti improntato sullo sviluppo sostenibile, gravido di possibilità e, aperto al contributo dei cittadini.


Grillo arriva al fianco di Roberto Fico senza fragili doppi cerchi di scorta, appare un po’ stanco ma carico d’entusiasmo. Si lascia circondare dalle persone, poi le invita a lasciare spazio sul marciapiede indicando con la mano sinistra: «Quelli del Pd di qua» - e adducendo la destra - «quelli del Pdl da questa parte ». Parla con tutti, senza megafoni, né microfoni, a chi gli chiede di Di Pietro, risponde con affetto: «Si è preso una piccola sbandata».

Roberto Fico si presta a scattare qualche foto, saluta i ragazzi del banchetto e chiede delle firme, le possibilità di farcela sembrano a suo favore. Grillo oramai, è circondato da persone di tutte le età, qualche anziano cerca l’inquadratura migliore con il cellulare, qualcuno un autografo, ma più del rumore dei flash risuonano le domande a cui la politica spesso risponde articolando le parole. Una madre orgogliosa porta avanti i suoi due figli, Beppe scherza con loro, ma la sfida è lanciata e la fiducia che i suoi occhi trasmettono sembra già una promessa. Risvegliati Italia!


Fabio Raimo su NapoliToday

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento