Mercoledì, 28 Luglio 2021
Paese, città e coscienza

Opinioni

Paese, città e coscienza

A cura di architetto Mariano Lebro

Nel Golfo di Napoli, il Circolo Nautico Posillipo, aspira a divenire un faro per il Mediterraneo

Premio “Posillipo, Cultura del mare – Una serata per ricominciare”

Venerdì 2 Luglio si terrà alle ore 18.30 presso l’incantevole e bella sede del Circolo Nautico Posillipo il premio “Posillipo, Cultura del mare – Una serata per ricominciare”. Ormai giunta alla IV edizione, il prestigioso appuntamento è stato illustrato alla conferenza stampa di martedì 29 giugno ed in cui vi hanno preso parte il Presidente del Circolo Vincenzo Semeraro, il Consigliere ai grandi eventi Filippo Smaldone, il Segretario generale Federazione Consoli e Presidente Istituto Cultura meridionale Gennaro Famiglietti, il Presidente della Fondazione Cultura&Innovazione Riccardo Iuzzolino. A moderare ed animare l’appuntamento, la bella e brava conduttrice della serata, la giornalista Nunzia Marciano. L’evento gode del patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Napoli e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale. In collaborazione con la FENCO, l’Istituto di Cultura Meridionale e la Fondazione Cultura&Innovazione. Con la collaborazione di Paola Pisani Massamormile.

Quale migliore occasione per parlare dell’impegno del Circolo nello sport e nella cultura di Napoli? Cultura e sport sono un binomio perfetto per coinvolgere i diversi “palcoscenici” della città. Una città di eccellenze, come ha voluto sottolineare il Presidente Vincenzo Semeraro, in ogni settore delle attività imprenditoriali e che fanno di questa metropoli un unicum per risorse umane e territoriali. Tanto è stato ben evidenziato anche dal Consigliere ai grandi eventi Filippo Smaldone che, nel ringraziare sponsors e patrocinatori, ha annunciato la partecipazione nel corso della serata dell’artista Luciano Capurro, erede del grande Giovanni Capurro, compositore con Eduardo Di Capua e Alfredo Mazzucchi della celeberrima canzone “O’ Sole mio”. Con Gennaro Famiglietti si è entrati in un clima internazionale di particolare interesse e ispirazione: il ruolo di Napoli e del Paese nel Mediterraneo. Un ruolo di grande peso e capace di spronare economia e rapporti tra gli Stati ben sottolineato anche dal Presidente Cultura&Innovazione, Riccardo Iuzzolino. Non è possibile quindi che augurarsi che gli sforzi del Circolo Nautico Posillipo divengano sempre meno onerosi e acquisiscano sempre maggiori consensi. Durante la conferenza stampa, più volte si è voluto sottolineare come durante la pandemia le attività sportive e le attività culturali non si sono mai fermate: un grande risultato per un Istituzione a guarda l’intera città. Già rese note le motivazioni per i premiati, legati alla promozione e alla valorizzazione del mare quale risorsa culturale, economica, di sviluppo navale e industriale. Queste le personalità premiate che parteciperanno alla serata:

Salvatore Agizza, editore: per aver avuto il coraggio, l’intuizione, la capacità imprenditoriale di investire web e tv, dedicato al mare. Il racconto del mare, di popoli e comunità. E ancora, il mare come risorsa culturale ed economica, che unisce genti e terreil coraggio, l’intuizione, la capacità imprenditoriale in un brand editoriale di carta stampata;

Dino Ambrosino, Sindaco di Procida: La cultura non isola. E Procida, isola del nostro Golfo, sintesi di una cultura millenaria del mare, di antiche tradizioni marinare, tra natura vulcanica e pittoreschi borghi colorati, luogo di cinema, letteratura, arte, tale da essere Capitale della Cultura italiana per il 2022. Procida sarà al centro di un mediterraneo che unisce e dialoga, attrattore turistico per la bellezza dell’intera regione. Il mare, le sue coste, la sua gente che omaggi chi, con sacrificio, di mare ha sempre vissuto.

Andrea Annunziata, Presidente dell’Autorità Portuale del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale: Guida la più grande e prestigiosa “fabbrica” di Napoli, il porto. Biglietto da visita della città, ma anche azienda dall’immenso potenziale. E’ stato presidente dei porti di Catania, Augusta e Salerno. Ora è al vertice dell’autorità di sistema portuale del mar tirreno centrale, con i porti di Napoli, Salerno e Castellamare di Stabia. Già parlamentare e sottosegretario fissa nei 4 obiettivi il futuro del porto: sburocratizzazione, semplificazione, sicurezza e rispetto dell’ambiente.

Roberto Danavaro, Direttore del Museo del Mare: Dal maquillage dell’acquario al varo del Museo del mare. Tra ricerca e didattica la stazione Anton Dohrn è tra i più prestigiosi riferimenti al Mondo per chi studia e ama il mare, inteso come risorsa ma anche come luogo di incontro tra paesi e comunità.

Veronica Mazza, attrice: Attrice e presentatrice di robusta cultura, guest di “Un posto al sole”. Da sempre lavora per il teatro e il cinema. Dal prossimo autunno impegnata nel ruolo di imprenditrice multimediale promuovendo iniziative culturali di grande spessore, tra cui un museo digitale della cultura napoletana.

Federico Monga, giornalista: Voce autorevole, più che mai nei mesi della pandemia è stato il giornale di riferimento, riflessione, impegno civile, per centinaia di migliaia di campani, facendosi interprete nei palazzi istituzionali e romani, delle emergenze ma anche delle immense potenzialità della gente meridionale.

Antonello Peillo, giornalista Capo Redazione del TGR Campania: È più che mai nei giorni dell’emergenza che il servizio pubblico informa e unisce gli italiani. Con professionalità, pluralismo, continuità, autorevolezze TGR Campania ha informato sulla situazione pandemica mai tralasciando le voci della speranza e del futuro possibile.

Pietro G. Vella, Ammiraglio: Per l’importanza ed il prestigio del ruolo e della grande attività che il Corpo delle Capitanerie di Porto compie quotidianamente per la tutela dell'Ambiente, delle Coste, della salute dell'Habitat , degli ecosistemi marini e della sicurezza del Mare, tale premio per onorare tale costante, autorevole e prezioso servizio.

Liceo Statale Plinio Senatore di Castellammare di Stabia: Perché in un periodo così delicato, segnato dall’isolamento e dal distanziamento sociale. Si è attivata fin da subito a mettere in campo tutti gli strumenti possibili, impegnandosi a sensibilizzare i giovani del proprio istituto a non lasciarsi abbattere, a guardare oltre. Ad andare oltre lo schermo del proprio PC, avvicinandoli –seppur attraverso il virtuale–  alla bellezza del proprio territorio. Trasformando le difficoltà del momento in nuove opportunità.

Youssef Bella, Ambasciatore del Regno del Marocco: Per quanto rappresentato dal Marocco e l’impulso per la valorizzazione dei principi di coesione ed integrazione volti allo sviluppo culturale ed economico, per la bellezza ed il ruolo strategico garantito dalla posizione geografica del Regno, che lo pone quale polo fondamentale dell’Euro Mediterraneo.

Si parla di

Nel Golfo di Napoli, il Circolo Nautico Posillipo, aspira a divenire un faro per il Mediterraneo

NapoliToday è in caricamento