NapoliTalk

NapoliTalk

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Felaco: "Stanziati 5 milioni per ripiantumare gli alberi di Napoli"

Da Posillipo alla Villa Comunale, l'assessore comunale al Verde pubblico illustra il piano dell'amministrazione: "L'obiettivo è terminare entro la fine del mandato, nella primavera 2021"

 

Parchi chiusi, alberi pericolanti e fanalino di coda tra le grandi città per verde urbano. Un rapporto complicato quello tra Napoli e il pollice verde, ma il Comune di Napoli lo vorrebbe migliorare. Ospite della rubrica NapoliTalk, l'assessore al Verde pubblico Luigi Felaco ha spiegato quali sono i piani dell'Amministrazione per i parchi che oggi sono off limits, come il Virgiliano e la Villa Comunale, e quanto ci vorrà a sostituire gli alberi tagliati a Posillipo. 

"Il Comune ha a disposizione 5 milioni di euro per la ripiantumazione di tutti gli alberi in varie aree della città - afferma l'assessore comunale - Vogliamo cominciare da Posillipo, dove l'obiettivo è completare l'operazione entro la fine del mandato, nel 2021". Sembra finito l'incubo per il Parco Virgiliano, chiuso da quasi tre mesi a cuasa del periodo caduta alberi: "Settimana prossima lo riapriremo, dopo un lavoro di messa in sicurezza". Mentre si attende che il cantiere della metropolitana di piazza San Pasquale restituisca altre aree della Villa Comunale, oggi fuori dalla disponibilità degli utenti: "Su Villa Floridiana, invece, la responsabilità è della Soprintendenza, ma stiamo cercando di fare pressione perché si riducano i tempi di riapertura". 

Difficile che Napoli possa scrillarsi la maglia nera del verde, sancita dalla classifica delle città green 2019 del Sol 24 ore, se il Governo non vari un piano assunzioni per le amministrazioni locali: "Fronteggiamo la scarsità di risorse, oltre che l'uscita dei dipendenti che raggiungono quota cento - sostiene Felaco - Se questa è la strada scelta non credo sia quella giusta. E' l'Italia a dover puntare sul verde". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento