menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stilout, la startup napoletana che crea outfit completi per ogni occasione

“La piattaforma si propone di rivoluzionare le vendite on line del total look con prezzi low-cost e prodotti made in Italy”. L’intervista alla napoletana Fabrizia Grassi, fondatrice di Stilout

Si chiama “Stilout” (nome nato dalla fusione di “Stile” e “Outfit”) la nuova startup made in Naples rivolta al pubblico femminile che si propone di rivoluzionare le vendite online del total look. Dalla gonna elegante all’abito da lavoro, dal completo sportivo a quello casual, il portale offre la possibilità di acquistare outfit completi per ogni occasione in base alle preferenze di stile e trend del momento a prezzi low-cost. Prodotti “made in Italy”, tempi di consegna rapidi e servizi di reso e rimborso gratuiti sono tra i principali punti di forza di Stilout. Fondatrice della piattaforma è Fabrizia Grassi, figlia di Vito amministratore unico della Graded Spa e presidente dell’Unione Industriali Napoli. Classe 1990, un diploma in “Fashion Design” presso l’Istituto Europeo di Design e un Master in “Fashion Styling”conseguito all’Istituto Marangoni di Milano, prima di lanciarsi in quesa nuova avventura imprenditoriale, Fabrizia ha maturato diverse esperienze professionali nel settore moda, lavorando per la casa editrice Condè Nast, nell’ufficio publisher di Vogue Italia e all’interno della redazione di Glamour. Quattordici brand clienti, dall’abbigliamento (Accademia 20, Vincenzo Bocchetti, Intrecci, FPWL, EIKI, Roberta Ranieri, Kova), ai costumi (Maafushi, Ardoel), agli accessori (The Fly, Raffaella la Rocca, Uma Parker, Raphael Paris, SO Design, Adidas e Nike), e più di mille utenti registrati, Stilout è partita solo qualche mese fa ma ha già premesse ambiziose: puntare a un mercato internazionale. Obiettivo che non sarà difficile raggiungere dato che, ad oggi, più del 50% degli ordini arriva già dall’estero. Ma come è nata questa avventura imprenditoriale e quali sono le novità che offre la nuova startup rispetto alle altre aziende di e-commerce già presenti sul mercato? Ce lo racconta Fabrizia nell’intervista rilasciata a NapoliToday.

L'INTERVISTA A FABRIZIA GRASSI, FONDATRICE DI STILOUT

Fabrizia, cosa è Stilout?

“Stilout è un portale e-commerce che nasce per semplificare l’acquisto online e risolvere i dilemmi di molte ragazze. Offriamo la possibilità di acquistare ‘Total look’ già pensati per svariate occasioni d’uso e in base alle personali preferenze di stile o trend del momento, offrendo la possibilità di combinare le taglie. I prezzi sono competitivi e coprono una fascia medio-bassa. Gli unici elementi da considerarsi ‘a parte’ sono scarpe, borse e accessori “complessi” (occhiali e cappelli). L’utente deve solo scegliere il suo look preferito e selezionare le taglie: il sito è stato pensato per essere semplice ed immediato”. 

Come è nata l’idea di intraprendere questa avventura imprenditoriale?

“È una storia simpatica. L’idea è nata per gioco tre anni fa quando ero in vacanza a Minorca. Un giorno mentre ero in spiaggia, chiacchierando del più e del meno, un’amica mi raccontò della sua mania di pianificare i “look della settimana” per evitare di perder tempo. A quel punto il mio fidanzato mi disse “Amore, perché non crei una piattaforma dove vendere outfit già pronti?!”. Da lì è partito tutto. Era un’idea geniale, una vera novità adatta a soddisfare una delle principali esigenze femminili: non perder tempo ad abbinare i capi di abbigliamento in vista di un’occasione particolare. E poiché non tutti possono permettersi le proposte fatte dalle riviste di moda o dalle principali influencer del momento, ho pensato di rendere tutto abbordabile economicamente, semplice e veloce. Da quel momento ho iniziato a scrivere, scrivere, fare ricerche, elaborare e buttare giù idee. Volevo delineare un quadro ben chiaro di quello che sarebbe stato il mio progetto, così scelsi l’e-commerce. Quello che vedete oggi è nulla rispetto a quel che ho in mente di realizzare!”

Quali sono le novità che offre Stilout rispetto alle altre aziende di e-commerce già presenti sul mercato?

“Bhe il nostro modello base di offerta che considera un outfit (o ‘Total Look’) come prodotto è già una novità in cerca del proprio mercato”. 

A quale mercato punta questa piattaforma?

Ai mercati esteri principalmente. Poiché oggi il modello business del “prezzo conveniente” è monopolizzato dal mercato cinese, abbiamo deciso di proporre un modello alternativo: quello delle produzioni ‘Made in Italy’ (ancora molto richieste all’estero, ma principalmente nel mondo del lusso) a basso e medio costo, con l’obiettivo di garantire un’offerta competitiva sia per quanto riguarda la qualità e il gusto che la ricercatezza dei singoli prodotti o ‘brand’. Oggi lo stile è costituito (al 50%) dalle forme effettive dei capi (shapes) e (al 50%) da come queste vengono combinate (styling), ed è a questo proposito che, attraverso abbinamenti attuali e di tendenza, “Stilout” trova la sua strada. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento