rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Lo sapevi?

Lo sapevi?

A cura di Laura Bufano

La Napoli di oggi è il risultato di circa 3000 anni di storia. Tanti racconti di cose poco conosciute del passato alimenteranno la nostra curiosità aumentando la percezione delle nostre radici. Il fermento artistico e culturale di questi ultimi anni lo potremo intravedere dalle interviste che verranno fatte a: scrittori, poeti, pittori, fotografi, cantanti, musicisti, stilisti, scultori, attori, registi noti ed emergenti, uomini e donne che con la loro spiccata sensibilità avvertono più profondamente i nostri tempi. Parleremo di bellezza, la bellezza di Napoli alla quale non ci si abitua mai, che si sorprende sempre. La Napoli di oggi è il risultato di circa 3000 anni di storia. Tanti racconti di cose poco conosciute del passato alimenteranno la nostra curiosità aumentando la percezione delle nostre radici. Parleremo di bellezza, la bellezza di Napoli alla quale non ci si abitua mai, che si sorprende sempre.

Lo sapevi?

XXXV Edizione del Premio Letterario Elsa Morante

Il 10 dicembre, al Procida Hall, la serata finale della manifestazione nell'ambito di Procida capitale italiana della cultura 2022

Atmosfera da serata finale per l’elezione del vincitore della XXXV Edizione del Premio Letterario Elsa Morante, presso il Procida Hall.

La Giuria, composta da: Viola Ardone scrittrice napoletana; Paolo Di Paolo scrittore romano; Alessandro Mari scrittore di Busto Arsizio; Antonella Ossorio scrittrice napoletana; Piera Ventre scrittrice napoletana, ha eletto i tre finalisti: Alessio Arena scrittore e cantautore napoletano con il romanzo “Ninna Nanna delle mosche” Fandango Editore; Silvia Dai Pra’ scrittrice di Pontremoli (MS) con il romanzo “I giudizi sospesi” Mondadori, e Sabrina Efionayi scrittrice napoletana, madre nigeriana, con “Addio, a domani" Einaudi. Si apre la serata con il video, tratto dal film “Isola di Arturo”, e le parole della Morante che hanno consacrato la bellezza naturale dell’isola di Procida. In una serata di carattere culturale non può mancare la musica, quella di Raffaele Rigliani al violoncello e Slava Quadrini al violino che eseguono musiche famose di colonne sonore di film .  

E’ la volta  sul palco di  Michele Assante del Leccese, delegato alla cultura per il Comune di Procida, nonché organizzatore della serata, con  la brillante  presentatrice Noemi Gherrero.  Si entra in argomento con le recensioni dei rappresentanti della Giuria dei Lettori che hanno dedicato mente e cuore ai romanzi finalisti del Premio. Ancora due video per entrare in atmosfera, uno realizzato da alcuni ragazzi delle Scuole Medie,   e un altro che ci mostra Elsa Morante durante la vincita del Premio Strega.  Non mancano le domande del pubblico rivolte ai finalisti. Poi, può cominciare lo spoglio.

Si legge sul volto degli scrittori la sana ansia dell’attesa. Sono sessanta le schede della Giuria popolare da aprire. Parte un testa a testa tra Arena e Dai Pra’, poi con uno scarto non copioso, viene decretato il vincitore: Alessio Arena con “Ninna Nanna delle Mosche”, un romanzo di amore e di rivoluzione che porta i lettori ai confini del mondo, nel fuoco vivo delle passioni. Premia il vincitore, il sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino.  

Il Premio consiste in un piatto di ceramica dell’artista Elena Lubrano Lavadera  e un Premio in denaro. Anche le altre due finaliste vengono premiate sul bel  palco del Procida Hall.  Tante le copie firmate dai finalisti, tre argomenti diversi scritti con garbo e qualità. E allora, lunga vita al Premio Elsa Morante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XXXV Edizione del Premio Letterario Elsa Morante

NapoliToday è in caricamento